Altri Sport

Raffa, Boville troppo forte per la Città di Rende. Pareggio con rimpianti per la Catanzarese

Boville - Città di Rende

COSENZA – Sabato dagli umori contrastanti per le due squadre calabresi dell’alto livello della Raffa (specialità delle bocce): resa per la Città di Rende contro un avversario decisamente più forte, rimpianti per la Catanzarese che ha buttato via quella che poteva essere la prima vittoria in A2.

Nel massimo campionato della Serie A seconda sconfitta consecutiva per la Città di Rende che praticamente nulla può, o quasi, contro lo strapotere della più accreditata e blasonata Boville Marino (Roma).

I capitolini passano con un secco 7-1: Di Nicola e compagni si rivelano qualitativamente superiori per la neopromossa (orfana dell’infortunato Vincenzo De Rose) che realizza il punto della bandiera nel secondo tempo con la coppia Oliva-Bianco. Per la formazione calabrese ancora in evidenza il giovane Gianfranco Bianco, prossimo a partire per gli Europei Juniores di Gersthofen. All’incontro ha presenziato Vincenzo Santucci, presidente del Comitato Regionale del Lazio della Federazione Italiana Bocce.

A questo punto non si può più sbagliare perché la Città di Rende è l’unica formazione del Girone 2 ancora a zero punti. Sabato prossimo la squadra del presidente Salerno ospiterà la Fontespina di Civitanova Marche.

Boville Marino-Città di Rende 7-1 (62-29)

TERNA: Palma-Santucci-Nanni vs Parise-Carbone-Veloce 8-3; INDIVIDUALI: Palma vs Parise 8-5; G. Di Nicola vs Bianco 8-2 e 8-1; COPPIE: Palma-Santucci vs De Rose (sost: 2° set Carbone)-Veloce 8-3, 8-0; G. Di Nicola-Nanni (2° set D’Agostino) vs Oliva-Bianco 6-8, 8-7

All. Boville Marino: Giulio Arcangeli (dir. Fabio Roggi)

All. Città di Rende: Gianluca Cristiano (dir. Daniele Salerno)

Direttore: Roberto Lopparelli di Perugia (arbitri: Roberto Sdringola – Paolo Ceccotti)


Catanzarese – Kennedy-A.f. Accessori 4-4 (47-50)

In Serie A2, dopo il k.o. di Terzigno (Napoli) battesimo casalingo con rimpianti, tanti, per la Catanzarese del presidente – tecnico Filippo Caliò. Nella gara diretta da Emilio Segreti, la matricola catanzarese chiude 4-4 contro la Kennedy – Af Accessori di Napoli. Dopo un bel primo tempo passato in archivio sul 2-2 (vinto il primo individuale con il capitano Giuseppe Buffa e quello post- terna con Antonello Rotundo), i catanzaresi sprecano le migliori occasioni per chiudere la partita nei set di coppia del secondo turno che vede protagonisti fra gli altri Buffa Tundo e Rotundo

Al netto dei rimpianti, perlomeno il punto conquistato fra le mura amiche permette alla Catanzarese di lasciare la casellina degli zero punti: sabato 28 ottobre di nuovo in trasferta, in casa di Belfiore Santa Rosa (Lecce).

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com