Calcio

Sandomenico regala la prima gioia alla Reggina. Bisceglie sconfitto per 1-0

REGGINA – BISCEGLIE 1-0

REGGINA (4-3-3): Confente; Kirwan, Conson, Solini, Mastrippolito; Salandria (20′ st Marino), Petermann (35′ st Redolfi), Franchini (31′ st Ungaro); Tulissi, Maritato (35′ st Emmausso), Sandomenico (20′ st Zibert). In panchina Vidovsek, Morabito, Ciavattini, Pogliano, Navas, Tassi, Bonetto. All: Cevoli

BISCEGLIE (3-5-2): Crispino; Maestrelli, Markic, Bottalico (29′ st Calandra); Longo (29′ st Messina), Onescu, Giacomarro (8′ st Toskic), Risolo, Jakimovski; De Sena (19′ st Scalzone), Starita. In panchina Addario,Calandra, Raucci. Sisto, Antonicelli, Messina, Beghadi. All: Ginestra

ARBITRO: Gualtieri di Asti

NOTE: Ammonito Salandria ( R ). Recupero: 1′ pt, 5′ st

MARCATORI: 10′ st Sandomenico ( R )

 

REGGIO CALABRIA –

Si conclude con una vittoria incoraggiante per la Reggina una giornata in cui si è rischiato di non giocare e di perdere a tavolino. Sandomenico regala ai suoi la prima vittoria stagionale.

Occasioni da entrambe le parti

Si parte con un buon avvio del Bisceglie, con Starita che di testa raccoglie un cross dalla sinistra di Jakimovski. L’incornata indirizza il pallone sul secondo palo, ma esce di poco. La Reggina risponde con Tulissi, che dalla distanza ci prova di potenza ma non centra lo specchio della porta. Il Bisceglie prova a imporre ritmi alti alla partita, cercando di non dare tregua agli avversari, sia con la palla, sia senza. AL 21′ i pugliesi si vedono annullare un gol per fuorigioco di De Sena; gli uomini davanti alla linea della palla erano addirittura tre. Stesso trattamento riservato una manciata di minuti più tardi alla Reggina. Sandomenico devia in porta un bel traversone dalla destra di Kirwan, ma l’assistente alza la bandierina. La Reggina sembra prendere coraggio e su un disimpegno sbagliato della difesa ospite Salandra ci prova dal limite dell’area, Crispino però ci mette una pezza e smanaccia in angolo. Tempo di un’altra parata per Crispino, stavolta piuttosto facile, su Franchini, e l’arbitro manda le squadre nello spogliatoio.

 

Sandomenico porta i tre punti

Il secondo tempo si riapre ancora con Crispino protagonista. Un pallone sporco a centrocampo giunge sui piedi di Maritato che si invola verso la porta. Il portiere ospite però comprime in tempo lo spazio tra sé e l’attaccante e così riesce a salvare il risultato. Lo stesso Crispino però nulla può al 55′, quando la difesa si addormenta su un lancio di Petermann e allora Sandomenico ha il tempo di controllare, prendere la mira e calciare di destro. Vantaggio amaranto assolutamente meritato, troppo leggera la difesa del Bisceglie. Due minuti più tardi Sandomenico potrebbe addirittura raddoppiare su un traversone dalla destra di Tulissi; l’attaccante colpisce in spaccata ma un difensore salva sulla linea. Non è chiaro se il pallone sia entrato o no; nel dubbio l’arbitro lascia giocare. I ritmi si abbassano, Sandomenico viene sostituito e difatti il Bisceglie si riaffaccia dalle parti di Confente solo all’84’. Cross di Jakimovski e Calzone prova a girare in porta; Conson però si immola ed evita il pareggio.

Finisce con una bella vittoria la prima al Granillo di Cevoli. Gli amaranto hanno creato numerose occasioni e hanno meritato i tre punti. La vittoria di oggi segna la strada da seguire.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com