Calcio

Show Sampdoria, Crotone affossato da una ‘manita’

SAMPDORIA – CROTONE 5-0
SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni, Sala, Silvestre, Ferrari, Strinic; Praet, Torreira, Linetty; Caprari (75’ Kownacki); Zapata, Quagliarella (55’ Ramirez). A disposizione: Hutvàgner, Tozzo, Regini, Bereszynski, Murru, Barreto, Alvarez, Verre, Capezzi. Allenatore: Giampaolo
CROTONE (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Ajeti (46’ Simic), Ceccherini, Pavlovic; Izco (60’ Trotta), Mandragora, Barberis; Nalini (77’ Crociata), Budimir, Stoian. A disposizione: Festa, Latella, Viscovo, Faraoni, Cabrera, Rohdèn, Romero. Allenatore: Nicola
ARBITRO: Gianpaolo Calvarese
MARCATORI: 3’ Ferrari, 12’ Quagliarella, 39’ Caprari, 71’ Linetty, 76’ Kownacki
NOTE – Spettatori: 15 mila circa. Ammoniti: Torreira per la Sampdoria, Mandragora, Budimir e Stoian per il Crotone. Recupero: 2’ pt.
GENOVA – Sampdoria e Crotone aprono il 9^ turno di serie A. I padroni di casa arrivano al match con la voglia di vincere, per la seconda volta nella loro storia, le prime quattro giornate in casa. Ospiti che arrivano, invece, dal pareggio casalingo con il Torino e con la volontà di fare punti anche in trasferta. Giampaolo opera qualche scelta a sorpresa: in difesa Sala e Ferrari, a centrocampo Linetty viene preferito a Barreto. Nessuna sorpresa invece nelle scelte di Nicola che conferma l’11 che ci si aspettava fin dalla vigilia.
Pronti-via e la Samp passa subito in vantaggio: punizione dalla trequarti battuta da Torreira sulla quale svetta Ferrari che batte il suo ex compagno Cordaz. Partita subito sbloccata, con il difensore che non esulta dopo il gol. Padroni di casa all’arrembaggio e ospiti impauriti da questa partenza sprint. Ed al 10’ la Doria raddoppia: Ajeti abbatte Zapata in area di rigore, sul dischetto si presenta Quagliarella che batte Cordaz. 2 a 0. Squadra di Giampaolo scatenata. Passano quattro minuti e Budimir rischia un incredibile autogol: cross teso di Strinic, l’attaccante nel tentativo di intercettare manda la palla sulla propria traversa. Nicola è nero in panchina. I suoi cercano una timida reazione ma non vanno oltre due tiri dalla distanza: Mandragora prima e Ajeti poi. Ma al 39’ la Samp trova il tris: altro spunto devastante di Zapata in area che trova sul secondo palo un liberissimo Caprari che sigla la rete. Crotone impalpabile e Samp padrona del campo e del risultato. All’ultimo sospiro della prima frazione scossa d’orgoglio dei calabresi con Budimir che colpisce un’altra traversa: questa volta quella giusta ma la palla ricade sulla linea senza oltrepassarla. Si va negli spogliatoi sul 3 a 0. Nella ripresa la squadra di Genova cerca di mantenere la palla e abbassare i ritmi con il Crotone che non crea nessuna occasione, anzi, al 71’ è Linetty che arrotonda ancor di più il risultato: azione personale di Praet che salta quasi tutta la difesa, mette un cross teso al centro dove arriva il centrocampista polacco che insacca. 4 a 0. Notte fonda per Nicola e i suoi. Ma la serata no continua: pasticcio al 76’ di Cordaz che sbaglia il rinvio e regala palla al neo entrato Kownacki che non si fa pregare e alla prima palla toccata segna il 5 a 0.
Serataccia dei calabresi, apparsi senza mordente fin dal primo minuto. A Nicola tocca un gran lavoro da fare, seppur in breve tempo, vista la delicata trasferta in casa della Roma fa tre giorni soltanto. Giampaolo, invece, con una partita ancora da recuperare, può davvero sognare in grande.

Print Friendly, PDF & Email





To Top