8@31

Hearth Hour 2013: Anche Rende aderisce alla giornata di mobilitazione globale del WWF

Anche la città di Rende aderisce all’Hearth Hour 2013, giornata di mobilitazione globale dei cittadini e della comunità di tutto il pianeta promossa dal WWF a livello internazionale.
Il prossimo 23 Marzo, secondo le direttive dell’Hearth Hour si procederà allo spegnimento simbolico di un monumento o di un edificio cittadino, in tutte quelle città, ben 7000, che sono state coinvolte in tutto il mondo. A  Rende, per l’occasione, dalle 20.30 alle 21:30, verranno spente le luci del Palazzo dei Bruzi, sede del municipio, e verranno poste delle candele lungo tutto la piazza circostante l’edificio in modo tale da lasciare spazio ad un grande momento di riflessione e di sensibilizzazione contro i cambiamenti climatici e la sostenibilità ambientale.

Durante la conferenza stampa, tenutasi presso il Palazzo dei Bruzi, presenti l’assessore al Marketing Territoriale, Cesare Loizzo e il presidente del WWF Bruzio Mario Tripepi, il quale ha esplicitamente richiesto un maggiore impegno da parte delle amministrazioni a sostenere progetti ambientalistici atti a sensibilizzare la popolazione sulle tematiche riguardanti la tutela dell’ambiente. L’ambientalismo non deve rimanere arroccato nelle sue posizioni – afferma Tripepi – ma deve trovare il modo di dialogare con le istituzioni affinchè si possa giungere a risultati tangibili. Collaborazione, organizzazione, momenti di raccoglimento e contatto diretto per la diffusione di materiale: questi invece gli elementi necessari –  secondo l’Assessore – per la prosecuzione di un progetto che non deve essere finalizzato a se stesso ma ha bisogno di più ampio respiro nell’ambito di continue iniziative volte al benessere ambientale, nonché a quello collettivo.

”Earth Hour” rappresenta un’occasione importante per rendere esplicita la volonta’ dei cittadini di sentirsi parte integrante di una sfida globale che nessuno puo’ pensare di vincere in solitudine. Lo confermano anche i dati della partecipazione all’edizione dello scorso anno, con oltre 2 miliardi di persone in 152 Paesi.

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top