8@31

L’Istituto Comprensivo Statale di Morano Calabro – Saracena celebra la Giornata della Memoria tra musica e letteratura

MORANO CALABRO (CS) – Il 6 febbraio l’Istituto Comprensivo Statale di Morano  Calabro – Saracena  ha celebrato la Giornata della Memoria. La manifestazione si è svolta in due momenti separati, prima a Morano Calabro presso lo splendido Auditorium comunale e una seconda replica a Saracena presso l’Auditorium del Comune magicamente incastonato nel viuzze strette dell’antico borgo.

Il maestro  Eyal Lerner, eccellente flautista nonché regista, ha condotto uno spettacolo dedicato alla storia ed alla cultura ebraiche ed alla tragedia della Shoah, evento che ha coinvolto non soltanto la popolazione semita ma, direttamente o indirettamente, tutta la società: la Resistenza, il Fascismo ed il razzismo in ogni sua forma.

Si è narrata la vita della poetessa Chana Senesh, una tra le donne ebree più note per il proprio talento e coraggio, arrestata, torturata ed uccisa dai Nazisti nell’intento di salvare il suo popolo, sia le tradizioni e la cultura ebraica, sia le tappe che caratterizzano il secondo conflitto mondiale.

La recita di alcune sue poesie  ha emozionato profondamente il pubblico.

I docenti e gli alunni delle classi quarte e quinte della Scuola Primaria e gli alunni della Scuola Secondaria di Morano C. e Saracena  si sono commossi nell’ascoltare il Direttore artistico Eyal Lerner, israeliano, suonare il suo“ Flautino Incantato” e nell’ascoltare la dolcissima e toccante  musica Klezmer dal netto sentore balcanico, con cadenze russe e zingaresche in lingua Yiddish,  e le melodie Sefardite di sapore arabo, nate dall’esilio spagnolo.

Gli alunni hanno partecipato attivamente allo spettacolo con recite di bellissime poesie composte personalmente da loro: commovente quella intitolata “ Campi di concentramento” scritta da  Leo Senatore. Hanno recitato poesie di Lussu, Righi e Primo Levi. Profonde  le riflessioni personali  sulla Shoah curate dai docenti di Lettere e le letture di Brani ricavate dai Libri di Primo Levi, dal “Diario”  di Anna Frank, dalla  “Sopravvissuta ad Auschwitz “di  Liliana Segre fra le ultime testimoni della Shoah.

Gli alunni, preparati dai docenti di Educazione Musicale prof. Frascino F. per Saracena e Cristiano Rosario per Morano, hanno cantato e suonato brani di Guccini .

Il Dirigente Scolastico dell’Istituto, Walter Bellizzi, ha ricordato che l’Istituto ha inteso commemorare la Shoah  non per  l’ottemperanza alla Legge 211 del 2000, ma perché è la nostra coscienza che ci impone di non dimenticare. Il messaggio lanciato ai giovani è di responsabilità e di pratica della giustizia. I giovani devono coltivare insieme ai veri maestri ciò che di bello, di buono e di vero c’è nel loro cuore.

In conclusione sono intervenuti,  per Morano  C. l’Assessore alla Pubblica Istruzione l’Avv. Forte Sonia, e per Saracena l’on. Mario Albino Gagliardi.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com