8@31

Loiacono a sostegno della differenziata

CASTROVILLARI (CS) – Continua la Campagna di educazione e sensibilizzazione per incrementare e migliorare la raccolta differenziata nella città di Castrovillari, e la richiesta dell’Amministrazione con azioni mirate, attraverso l’Assessorato allo Sviluppo Ambientale, di avere cittadini disposti ad offrire la loro immagine  per promuovere questo impegno civico, sta già dando i suoi meritati frutti. A fissare i volti di diversi ci stanno pensando gli obiettivi di Triploscatto con i fotografi Fabrizio Burreci e Saverio Parisi.

“Siamo particolarmente soddisfatti di questa risposta- ha dichiarato l’Assessore Angelo Loiacono- che afferma una condivisione d’impostazione nell’affrontare da parte della cittadinanza, con noi, questa importante azione”.

A rafforzare questo elemento ci sono i dati del 2012 , gli ultimi elaborati dall’Arpacal sulla qualità della raccolta differenziata, che vedono la Città di Castrovillari portarsi sul 52,71%, connotandosi tra quelle virtuose della regione e a lavoro per migliorare la propria capacità di differenziare nei prossimi anni.

Il capoluogo del Pollino, poi, si attesta anche come prima città in Calabria per compostaggio domestico grazie ai 351,77 tonnellate raccolte attraverso le 1600 famiglie che hanno scelto la produzione del compost. L’Osservatorio enti locali per la Raccolta differenziata, inoltre, colloca sempre la nostra città nella Fascia 1 per l’impegno quotidiano di tanti cittadini, e l’ausilio – per noi – della ditta Femotet, appaltatrice del servizio comunale, nel differenziare e conferire la carta, il cartone e la plastica.
Componenti questi che fanno ben sperare per la crescita civica delle coscienze e, quindi, per il miglioramento della stessa raccolta, fondamentale per quella qualità ambientale della dimora umana bisognosa di attenzioni e scelte coraggiose che questa Amministrazione sta portando avanti, profondendo sforzi, “in un momento particolare dove l’emergenza rifiuti sembra non avere esito per l’incapacità Regionale di saper dare risposte alle esigenze dei Comuni”.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top