8@31

Vincenzo Trotta (Giovani FI): “Il PD non è credibile”. Su Cosenza: “Occhiuto ha ridato vita alla città”

“Se domenica prossima si dovesse votare per l’elezione del Governatore della Calabria, credo che, in un barlume di lucidità, Mario Oliverio non prenderebbe nemmeno il suo voto. È infatti innegabile l’immobilismo e la paralisi in cui il governo regionale è piombato da tempo ed è inquietante il resoconto dell’attività dopo quasi un’anno dall’inizio di questa legislatura.” Lo scrive Vincenzo Trotta,  coordinatore di Forza Italia Giovani per l’area urbana.
“Le uniche attenzioni nazionali verso la nostra terra, nonostante i tanti spot propagandistici di Renzi, sono dovute ai titoloni dei giornali nazionali non per l’ottimo operato amministrativo, del quale non v’è ombra, ma per episodi poco piacevoli come Rimborsopoli o come l’inibizione dell’Anticorruzione di Raffaele Cantone nei confronti del governatore per le nomine sulla Sanità.
Chi continua a pensare che il Csx sia la corazzata invincibile vista a Novembre scorso ha sicuramente poca cognizione di quello che é il PD calabrese e delle lotte di potere cui abbiamo assistito e a cui continueremo ad assistere.
Basta semplicemente guardare al risultato delle amministrative di Maggio scorso dove il PD ha perso in tutti i grossi comprensori al voto, come Vibo, come Lamezia, come Gioia Tauro in cui hanno vinto largamente i candidati del centrodestra.”vincenzo trotta

Il discorso si sposta sulle prossime elezioni di Cosenza: “Mi sembra ci sia tanta confusione nel centrosinistra e gli approcci ad accozzaglie politiche sono quasi sempre distanti da un’offerta amministrativa incisiva ed efficace, lo stiamo già vivendo a livello regionale.
Noi abbiamo invece le idee molto chiare. Il Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto attraverso il suo operato sta modellando sempre più una città che è stata capace di fare un’importante salto culturale, urbanistico e sociale.
La città è viva, ed è piacevole viverla, di giorno, di sera, a qualsiasi ora.
Ha restituito ai cosentini il Castello Normanno-Svevo, che guardava tristemente la città dall’alto della sua storia. Ha riqualificato diverse aree come Piazza Santa Teresa o come Via Arabia, per citarne qualcuna. Ha ridato vita ad un corso principale, sempre popolato a qualsiasi ora, e ha saputo sfruttare al meglio le caratteristiche del Lungofiume, divenuto ormai classico momento di ritrovo delle serate estive, installando i box art facendo incontrare l’amore per l’arte con la spensieratezza di questa stagione.
I tanti cantieri, molti terminati, sono la prova di un Sindaco che ha voluto davvero dare un’impronta di cambiamento alla sua città, e che continuerà con il completamento dei lavori di Piazza Bilotti e del Ponte di Calatrava, e soprattutto va sottolineato come tutto ciò sia stato reso possibile senza gravare sulle tasche dei cittadini ma sfruttando la programmazione dei fondi europei.
Ma la buona amministrazione è rinvenibile anche e soprattutto, per esempio, nella riqualificazione della rete idrica in soli tre anni dal suo insediamento o dai diversi premi ottenuti da Cosenza per gli ottimi risultati sulla raccolta differenziata, che l’hanno resa “Città riciclona”.
I cittadini di Cosenza in un sondaggio pubblicato qualche mese fa sui quotidiani locali hanno esternato il loro apprezzamento per il Sindaco Occhiuto in una percentuale vicina al 60%, prodromica di una cittadinanza che ha finalmente ritrovato la voglia di essere rappresentata da un’amministrazione che ha curato con amore e competenza forma e sostanza di una città che è diventata una delle più belle di tutta la Calabria.”

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com