8@30 in piazza

Crisi FDC, l’intervento della regione risolve una situazione di grave disagio per studenti e lavoratori

CATANZARO – Gli assessori ai Trasporti e alla Pubblica Istruzione della Provincia di Catanzaro, Alessandro Isabella e Giacomo Matacera, hanno espresso soddisfazione per la soluzione individuata dalla Regione per far fronte alle gravi difficoltà che riguardano il trasporto pubblico locale, con particolare riferimento alla problematica situazione economica in cui versano le Ferrovie della Calabria. “Da quattro mesi – spiegano i rappresentanti della Giunta guidata dal presidente Wanda Ferro –  i lavoratori non ricevono lo stipendio, e la situazione si è ulteriormente aggravata a causa del fermo dei pullman per mancanza delle risorse necessarie all’acquisto del carburante. Ciò ha determinato una situazione di gravissimo disagio per gli utenti, in particolare i tanti lavoratori e studenti pendolari che non sono nelle condizioni di raggiungere i posti di lavoro e le scuole se non con mezzi propri. Per tantissimi cittadini della provincia di Catanzaro, e in particolare del Reventino, questo ha comportato un forte aumento dei costi di trasporto, quando non proprio l’impossibilità di spostarsi. Il pagamento di una mensilità e relativi oneri entro il 10 novembre, e il pagamento entro la fine del mese di trimestralità gomma e ferro, con un importante intervento finanziario che consentirà di fare ripartire regolarmente il servizio alleviando i disagi dei cittadini.  Per questo ringraziamo il presidente Scopelliti e l’assessore Fedele, per l’impegno rivolto alla rapida soluzione della vicenda, per dare un’immediata risposta agli studenti e ai lavoratori costretti a subire una situazione di grave isolamento. Certamente una soluzione definitiva arriverà grazie all’accordo con il Ministero per il passaggio delle quote azionarie dallo Stato alla Regione, che conclude un iter rimasto sospeso per oltre un decennio e che consentirà di salvare Ferrovie della Calabria dal fallimento, sbloccando importanti risorse per il rilancio e il risanamento dell’azienda, ridando serenità ai lavoratori a garantendo il diritto alla mobilità ai cittadini calabresi”.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top