Attualità

Da Gorgia alla post-verità: è possibile un’etica della comunicazione?

Unical

RENDE (Cs) – Si terrà domani mattina, nella Sala A dell’Aula Magna dell’Università della Calabria, dalle ore 10,00 alle 14,00, il seminario di studi “Da Gorgia alla post-verità: è possibile un’etica della comunicazione?“, a cura dei docenti Donata Chiricò, del dipartimento di Studi Umanistici dell’Unical, e Mauro Serra, del dipartimento di Scienze del patrimonio culturale dell’Unisa.

I contenuti di seminario

Complice la sua affermazione in occasione del Referendum sulla Brexit nel Regno Unito (23 giugno 2016) e della elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti (8 novembre 2016), l’espressione post-truth, è stata indicata quale parola dell’anno 2016 dall’Oxford Dictionary. Tradotta in italiano con post-verità, si tratta, appunto, di una parola composta che esemplifica un’espansione del significato di “post”. Piuttosto che riferirsi semplicemente al tempo trascorso dopo una determinata situazione o evento – come in espressioni tipo dopoguerra o dopo una partita – il prefisso presente in post-verità ha un significato più simile a “appartenere a un tempo in cui il concetto specificato è diventato trascurabile o irrilevante”. Essa è apparsa per la prima volta in questo senso in un saggio (A government of Lies) del 1992 del drammaturgo Steve Tesich (1942-1996) nella rivista statunitense The Nation. Riflettendo sullo scandalo Iran-Contras (Irangate) e sulla Guerra del Golfo Persico, Tesich ha lamentato che “noi, come popolo libero, abbiamo liberamente deciso che vogliamo vivere in un mondo post-verità”. In quanto dunque capace di ribaltare i valori stessi dell’informazione e il suo rapporto con la democrazia e la libertà, la post-verità ci concerne tutti. Essa ci obbliga a domande fondamentali quali: se i fatti hanno smesso di essere rilevanti, quale mai può essere il ruolo della stampa nella contemporaneità? Quale il ruolo della politica e della conoscenza? Quali i contenuti e la metodologia da applicare negli studi che riguardano questi ambiti? Il seminario di studi che qui presentiamo cerca di affrontare la questione dall’interno delle scienze del linguaggio per svelarne le caratteristiche e fornire strumenti adatti a controbilanciarne il potere.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top