Attualità

Fiumefreddo Bruzio candidato all’elezione del “Borgo dei Borghi d’Italia 2017”

FIUMEFREDDO BRUZIO (CS) – Sarà il borgo di Fiumefreddo Bruzio a rappresentare la Regione Calabria nella rubrica “Borgo dei Borghi 2017”, in onda all’interno della trasmissione televisiva “Alle falde del Kilimangiaro”, ogni domenica a partire dalle 15 su Rai Tre. Sarà dunque il piccolo centro della provincia di Cosenza a concorrere all’elezione del “Borgo dei Borghi d’Italia”, insieme ad altri 19 comuni italiani. A comunicare la notizia, via telefono, al Presidente della Regione Mario Oliverio, è stato il coordinatore regionale dei borghi Pino Varacalli, ex primo cittadino di Gerace. Oliverio immediatamente si è detto pronto a sostenere la candidatura di Fiumefreddo Bruzio, in vista dell’agognata vittoria finale, mai raggiunta finora dalla nostra regione, nonostante i buoni piazzamenti di Gerace nel 2015 e di Scilla nel 2016.

«Quando sarà il momento – ha affermato il Presidente della Giunta regionale – inviteremo tutti i calabresi, residenti e non, a sostenere attivamente la candidatura di Fiumefreddo Bruzio, antico borgo medievale, ricco di storia, arte e cultura, patria dell’artista Giuseppe Pascaletti, luogo di elezione del grande pittore siciliano Salvatore Fiume che arricchì questo piccolo centro di alcuni affreschi e sculture, terrazzo naturale sul mar Tirreno da cui lo sguardo spazia fino alla Sicilia, alle isole Eolie, alla costa calabra e ai monti del Cilento, con il suo castello, la sua “porta merlata”, con il suo paesaggio rimasto inalterato nel tempo e conosciuto anche per la vicina Abbazia di S.Maria di Fontelaurato, una delle più famose abbazie dell’ordine fondato da Gioacchino da Fiore. I borghi costituiscono un patrimonio importante della nostra regione e sono espressione delle nostre identità, della nostra storia e della nostra cultura. Una ricchezza che, spesso, è stata valorizzata poco e male e che ancora non riesce ad esprimere pienamente tutte le proprie potenzialità. Rilanciarne il valore e la forza attrattiva – ha concluso il Presidente della Regione – è un obiettivo che si colloca coerentemente nel nostro progetto di valorizzazione del territorio, del patrimonio culturale, del tessuto sociale e umano della Calabria».

Atteso a breve è un incontro tra lo stesso Oliverio e Pino Varacalli presso la Cittadella Regionale, con i Sindaci dei dieci borghi più belli della Calabria certificati dall’Associazione (Aieta, Altomonte, Civita, Morano, Bova, Gerace, Santa Severina, Scilla e Stilo), per concordare azioni comuni di sviluppo e valorizzazione dei borghi.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com