Attualità

Isola Capo Rizzuto, Consiglio Comunale

ISOLA CAPO RIZZUTO (CS) Registra due nuovi ingressi ufficiali il Consiglio Comunale odierno: Nunzia Astorino che era già stata nominata nella scorsa seduta, ma presenzia per la prima volta, a seguito delle dimissioni della D.ssa Carolina Girasole; Carlo Cassano, ultimo subentrato in seguito alle dimissioni del consigliere Rino Capicchiano. Astorino siede tra i banchi della maggioranza, Cassano in minoranza. Il primo punto riguarda proprio la surroga del consigliere Capicchiano. In seguito tutto il civico consesso si congratula con i due nuovi eletti. Il sindaco Bruno, oltre ad unirsi agli auguri, chiarisce invece il senso nobile del consigliere Capicchiano che ha preferito defilarsi piuttosto che fare il consigliere “part-time” in quanto il lavoro lo terrà spesso fuori sede.

comune isola capo rizzuto

Parola poi ai neo consiglieri, Carlo Cassano e Nunzia Astorino che ringraziano i cittadini per averli votati e portati fino a qui, promettendo di impegnarsi al meglio nel tempo rimasto. Dopo una ampia discussione tra dimissioni e nuovi ingressi, si passa al secondo punto di giornata che è una conseguenza del primo punto, ovvero la comunicazione del presidente sulla composizione dei Gruppi Consiliari, che per il momento non subiranno particolari mutamenti. A proposito dei gruppi riprende parola il consigliere Milone: “Sono rammaricato di questa continua e costante assenza del gruppo dell’ormai ex lista “Girasole Sindaco”, capisco la scelta della neo eletta Nunzia Astorino che ha deciso di fare altre scelte. Questa lista sta dimostrando disaffezione verso questo consiglio e verso il popolo”. In seguito si passa all’approvazione dei verbali della seduta precedente per poi proseguire con l’approvazione nella forma di S.P.A del nuovo soggetto gestore dell’attività di volo dell’Aeroporto di Crotone – Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto e degli atti conseguenti. Relaziona il Sindaco Gianluca Bruno: “Lo scalo aeroportuale Sant’Anna per il nostro territorio, e non solo, è di vitale importanza, purtroppo devo constatare che non tutti hanno la reale percezione di questo. L’aeroporto si sostiene soprattutto per il grande sforzo che fanno i comuni. Ad oggi non abbiamo ancora dati ufficiali della curatela fallimentare sulla “Sant’Anna S.P.A”, dalle stime fatte ad oggi ci sta costando 300 mila euro al mese, senza dubbio eccessivi. Purtroppo dobbiamo sapere che viaggiare a bassi costi non è sicuramente conveniente per la società di gestione, lo è per il cittadino senza dubbio ma la società non percepisce la tassa d’imbarco e di conseguenza avrà delle perdite. In questi giorni c’è la polemica sull’aumento tasse, sono rammaricato per la strategia di Ryanair che è andata a bersagliare i tre aeroporti più in difficoltà, Alghero, Pescara e Crotone. Come mai non Reggio Calabria o Bergamo? Perché li c’è la concorrenza di altre compagnie, qui invece trova la forza di essere solo, è un pretesto per fare pressione sul governo perché in realtà, almeno su Crotone, Ryanair non paga i diritti d’imbarco essendo una società a basso costo, quindi l’aumento tasse non tocca la società low cost. Questo territorio, così come Alghero o Pescara non meritano tale trattamento. Detto ciò concludo dicendo che la nuova società si chiamerà S.A.G.A.S (società aeroportuale gestione aeroporto sant’anna) con sede legale nel centro direzionale di Isola Capo Rizzuto. Faremo di tutto per mantenerlo vivo, considerando anche che quest’anno c’è stato un aumento del 40%, a questo va aggiunto che il Crotone Calcio sta seriamente rischiando di andare in Serie A e un aeroporto vicino è molto comodo, l’indotto che porta una gara di Serie A sarà molto importante anche per il nostro territorio. Inoltre il club velico sta organizzando manifestazioni mondiali e noi ci stiamo organizzando per ospitare tutto quest’afflusso, non possiamo permetterci di chiudere”. Il punto viene approvato all’unanimità con i complimenti della minoranza, in particolare dell’ex sindaco Girasole, sull’impegno di quest’amministrazione sulla problematica dell’aeroporto. Infine, l’ultimo punto di giornata riguarda l’approvazione definitiva del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (PTCP) 2106-2018, approvato all’unanimità.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top