Attualità

La giornalista veneta offende un bimbo tifoso del Cosenza. Occhiuto “Odg intervenga”

CATANZARO – “Questa ‘giornalista’ si è rivolta ad un bambino calabrese di 7 anni – che esultava per la vittoria del Cosenza – con l’ennesima frase razzista.
Mi chiedo come si possa ridurre la bellezza dello sport a tanta violenza verbale come avvenuto nelle ultime settimane.
Auspico che l’ordine dei giornalisti prenda immediatamente provvedimenti, e che qualcuno – umilmente – inizi a chiedere scusa pubblicamente”.

Lo scrive su Facebook Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, pubblicando il video, divenuto virale, di quanto accaduto lo scorso 20 maggio, nel post-partita di Cosenza-Vicenza, durante una diretta dell’emittente locale veneta Tva.

Il commento subito dopo la partita

Subito dopo la partita che ha decretato la retrocessione del Vicenza per mano del Cosenza, davanti allo stadio Marulla del capoluogo calabrese l’inviato della tv locale veneta Tva Andrea Ceroni ha detto: «Lo sport è così, c’è chi vince e c’è chi perde, è giusto così». Poi ad avvicinarsi al microfono è un tifoso del Cosenza con in braccio suo figlio. I due esprimono subito la gioia della loro vittoria e il bambino, sotto suggerimento del papà, esclama: «Lupi si nasce», riferendosi all’animale simbolo della squadra rossoblu. A quel punto la conduttrice di Terzo Tempo biancorossa Sara Pinna risponde: «E gatti si diventa. Non ti preoccupare che venite anche voi in Pianura a cercare qualche lavoro».

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top