Cronaca

Due arresti per rapine senza effrazioni

COSENZA – Giorgi Gabadadze, di 34 anni e Beka Porchkhidze di 27 anni sono stati fermati dal personale di Polizia della Questura di Cosenza con l’accusa di furto aggravato. I due, dopo essere stati fermati a bordo di una autovettura Octavia Skoda, sono stati riconosciuti come gli autori dei reati, grazie ad impianti privati di video sorveglianza. Uno dei due risulta già con precedenti penali.

Nonostante avessero dichiarato di non avere fissa dimora a Cosenza, i poliziotti sono riusciti ad identificare l’alloggio dei due di nazionalità georgiana, ospitati presso una donna di nazionalità ucraina. Nell’abitazione della donna gli uomini della squadra mobile hanno rinvenuto oltre al cappello e marsupio identici a quelli utilizzati dagli autori durante i furti, anche del materiale idoneo a fabbricare le chiavi impiegate per aprire i portoncini blindati e la somma di 5400 euro. Unknown-1

Infatti i furti avvenivano tutti con le stesse modalità: non si evidenziavano nessun tipo di effrazione al portone d’ingresso delle abitazioni, segno evidente che le organizzazioni criminali erano esperte nella riproduzione delle chiavi di portoncini blindati, anche di ultima generazione.

I due sono stati fermati nell’ambito dei servizi di polizia giudiziaria finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio, con particolare riferimento ai furti in appartamento, potenziati nel periodo estivo dal Questore Luigi Liguori.

Sull’episodio sono in corso le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Cosenza finalizzate anche ad identificare ulteriori complici.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top