Cronaca

Scuola, ad Acri prosegue la didattica a distanza

Pino Capalbo

ACRI (CS) – «Non è stata una scelta facile, sono perfettamente consapevole come genitore, oltre che come sindaco, della necessità che i nostri ragazzi hanno del ritorno alla normalità. La scuola è socialità». Con queste parole sul suo profilo istituzionale, il sindaco di Acri, Pino Capalbo, annuncia la sua decisione di posticipare ancora, a scopo cautelativo, il ritorno alla didattica in presenza per gli scolari acresi.
«Dopo aver acquisito i pareri dei dirigenti scolastici dei nostri istituti e del dipartimento di medicina legale di Acri – spiega Capalbo -, abbiamo convenuto di proseguire fino al 22 dicembre con la didattica a distanza, considerato i contagi e gli accertamenti epidemiologici in corso nel nostro comune. Con la speranza che dopo le vacanze la situazione migliori e si possa riassaporare la gioia della didattica in presenza».

Ad Acri quindi, fra i primi comuni del cosentino ad annunciarlo, gli alunni non torneranno in aula prima del 2021.

Una scelta difficile, ma evidentemente necessaria, quella presa dal Primo Cittadino, che farà forse tirare un sospiro di sollievo a tanti. «La sicurezza dei nostri figli è – conclude il sindaco della cittadina presilana -, in questo momento, il bene primario da tutelare».

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com