Cronaca

Servizi di controllo del territorio, ammenda di 20mila euro al gestore di un bar

carabinieri

RENDE (CS) – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Rende hanno proseguito l’attenta azione di controllo del territorio mettendo in campo, su indicazione del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, nonché alla verifica del rispetto del Codice della Strada.

Episodi ad Acri, Castiglione Cosentino e Rende

Ad Acri è stata denunciata una 48enne di Castrolibero per furto e inosservanza del foglio di via obbligatorio. La donna aveva rubato sei bottiglie di liquori. Ulteriori indagini hanno permesso alle forze dell’ordine di scoprire che la donna era stata colpita dal divieto di ritorno nella città per tre anni. Due persone di Corigliano, invece, sono stati denunciati per invasione di terreni ai danni di una 28enne di Acri.

A Castiglione Cosentino, invece, un 19enne è stato denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione. A seguito di una perquisizione personale il giovane è stato trovato in possesso di un telefono cellulare oggetto di furto a Luzzi qualche giorno prima.

Un 17enne di Rende è stato segnalato causa assunzione di sostanze stupefacenti. Sequestrato un grammo di marijuana.

Violazioni Codice della Strada

I militari di Rende hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un 32enne residente a Cosenza, un 24enne di Lamezia Terme e un 25enne residente a Galatro (RC). I militari, durante i controlli, hanno sottoposto gli automobilisti ad accertamento con apparato etilometrico, rilevando un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge. Patenti ritirate e autovetture affidate a persone idonee alla guida.

Gioco d’azzardo

Sul fronte dell’azione di contrasto all’abusivismo commerciale e al gioco d’azzardo, i carabinieri hanno denunciato il titolare di un bar di Luzzi per l’esposizione non visibile della tabella dei giochi proibiti. Inoltre è stata elevata una sanzione amministrativa di 20mila euro poiché tre computer venivano utilizzati per le scommesse oltre a 5 slot-machines, tutti senza l’autorizzazione preposta. Un’altra ammenda è stata comminata al proprietario di un bar per mancata esposizione dei prezzi di vendita al pubblico dei tabacchi. La sanzione amministrativa è stata di 250 euro.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com