Cultura&Spettacolo

Al Rendano ospite il grande violinista Pavel Berman

Domani, sabato 6 dicembre, alle ore 20,30, la stagione lirico-sinfonica del Teatro Rendano ospiterà il violinista di origine russa Pavel Berman, figlio del celebre pianista “lisztiano” Lazar Berman, scomparso nel 2005.
Pavel Berman parteciperà domani al “Rendano” all’esecuzione del Concerto per violino e orchestra opera 64 di Mendelssohn, mentre il programma della serata sarà completato dalla Sinfonia n.9 opera 95 di Antonin Dvorak, meglio conosciuta come Sinfonia “Dal Nuovo Mondo”.
L’Orchestra del Teatro “Alfonso Rendano” sarà diretta dal maestro Luca Ferrara.

“Già enfant prodige premiato, a soli diciassette anni, dalla Giuria del Premio Paganini, Pavel Berman – si legge nelle note sulla carriera del violinista – attirò su di sé l’attenzione del mondo musicale già nel 1990, quando gli furono attribuiti il Primo Premio e la Medaglia d’Oro al Concorso Violinistico Internazionale di Indianapolis dove interpretò i “Capricci” del compositore genovese. Nel corso della sua carriera ha suonato con le più importanti orchestre, tenendo concerti nelle più prestigiose sale del mondo quali la Carnegie Hall di New York, il Théâtre des Champs Elysées e la Salle Gaveau di Parigi, il Teatro alla Scala di Milano e il Palais des Beaux Arts di Bruxelles.”

Si ricorda inoltre che domani sarà l’ultimo giorno utile per visitare, nella Sala Quintieri, “Il Mito di Stradivari e la liuteria italiana”, mostra che celebra, con 25 pregievoli strumenti, la sinergia tra la tradizione della scuola di liuteria cremonese e quella di Bisignano, rappresentata dalla famiglia De Bonis.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com