Cultura&Spettacolo

“Calabria un Posto di Passioni” celebra le tradizioni e le arti calabresi

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Per promuovere al meglio la nostra bella Calabria bisogna amarla, e ad amarla dobbiamo essere soprattutto noi calabresi. Potrebbe essere questo lo slogan, il motore propulsivo, che ha dato visto nascere la manifestazione “Calabria un Posto di Passioni“, la grande manifestazione che si è tenuta durante tutta la giornata di ieri a San Giovanni in Fiore, nei locali del Futura Park Polifunzionale. Calabria un Posto di Passioni

Un grande omaggio alla moda, alla storia, all’arte e alla cucina calabrese. Il tutto condito dagli intermezzi musicali di Antonio Spaccarotella & Friends, fisarmonicisti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Tchaikovsky di Nocera Terinese, che hanno intrattenuto il pubblico con brani classici ed etnici, e dall’esibizione dei ballerini e gli allievi della scuola di ballo “Dirty Dancing” di Romeo e Ilaria Renne.

Il 2° Concorso Gastronomico degli Appassionati & Amanti di Cucina e lo Show Cooking a cura degli Chef dell’Associazione Cuochi San Giovanni in Fiore della mattina hanno inaugurato il ricco programma dell’evento che è poi proseguito con i variegati appuntamenti dello spettacolo pomeridiano, culminato con la presentazione del libro e del relativo progetto “Calabria un posto di Passioni. I grandi amori della storia”. D’eccezione il parterre degli ospiti: Luigi Bilotto, storico che ha avuto il compito di ricercare il materiale e il soggetto del libro, Rosanna Frandina, docente, Pasquale Motta, direttore di LaC News24, Alessandra Cappa, che ha curato i testi del libro, Antonio Nicoletti, assessore al Turismo del comune di San Giovanni in Fiore e naturalmente Biagio Oliverio, responsabile dell’associazione Wikicultura e patron dell’evento. Alla condurre, con garbo e spontaneità, la giornalista Fiorenza Gonzales, direttrice del quotidiano Ottoetrenta.it, media partner dell’evento.

Calabria un posto di PassioniLe sfilate di moda sono state il momento di maggior spettacolo della manifestazione. I romantici abiti dedicati al mare di Valentina Versace, realizzati con tessuti e materiali alternativi, non riproducono “soggetti” ma bensì “stati d’animo”. Le creazioni di Sara Neglia ed Elena Vommaro, giovani fashion designer già note per le loro raffinate creazioni handmade, sono perfette per farsi notare sia in città che per occasioni importanti. Infine i modelli della collezione “L’arte a passaggio” di Luigia Granata, sono veri e propri dipinti che diventano accessori di alta pelletteria. Poi spazio ai gioielli del maestro orafo Luca Angotti, pezzi rari ed irripetibili che raccontano una storia che sa di mistero,  frutto del connubio tra il passato e il presente.

Calabria un posto di PassioniCalabria un posto di Passioni è un progetto ambizioso di promozione territoriale che mette insieme storia, paesaggio e creatività, partendo dalla ricerca dello storico Luigi Bilotto, che ha messo in luce alcuni avvenimenti del passato, certuni realmente accaduti e altri leggende raccontate di generazione in generazione, dodici storie d’amore o meglio tragedie, tratte da fatti realmente accaduti e da leggende popolari della tradizione e della cultura calabrese. La narrazione passa anche per scene appositamente costruite, dove la creatività di alcuni stilisti calabresi che hanno realizzato gli abiti indossati dai modelli, fanno rivivere i personaggi protagonisti di questi straordinari racconti. Il logo, realizzato in sinergia con Gabriele Morelli, rappresenta il bacio tra il mare e la terra, (o meglio fra le divinità della mitologia greca Poseidone e Gea). E piace pensare che da questo bacio appassionato sia nata la Calabria con tutti i suoi colori, sapori e saperi e che solo attraverso la passione si possa comunicare il buono e il bello della nostra terra.

Calabria un posto di Passioni

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com