Cultura&Spettacolo

Arte e fine dell’arte, colloquio internazionale Unical su Danto

Arcavacata di Rende (Cosenza) – “Arte e fine dell’arte. Radici continentali nella filosofia dell’arte di Arthur C. Danto”, questo il titolo del Colloquio Internazionale che si tiene mercoledì 23 e giovedì 24 all’Università della Calabria, presso la sala stampa dell’Aula Magna ‘Beniamino Andreatta’. I lavori iniziano mercoledì 23 alle ore 9. Durante le tre sessioni complessive, interverranno studiosi italiani, francesi e americani.

La due giorni è organizzata dal Dipartimento di Studi Umanistici ed è frutto di una sinergia scientifica tra il Gruppo di ricerca “Lo statuto delle arti nella tarda modernità”, diretto dal prof. Romeo Bufalo (cattedra di Estetica – sezione Filosofia), e il Centre de recherche en arts et esthétique (CRAE) di Amiens. La Società Italiana di Estetica, l’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Rende e il MAON (Museo d’Arte dell’Otto e Novecento) sono enti partner dell’evento.

“La rilevanza della figura intellettuale di Arthur C. Danto nel panorama degli studi estetici di matrice analitica è oramai ampiamente riconosciuta – spiega la nota stampa –  Il Colloquio intende invece indagare i forti legami che l’opera del filosofo americano intrattiene con i grandi classici del pensiero continentale, oltre che il complesso dialogo di Danto con G. W. F. Hegel, con un focus sul tema della “fine dell’arte” e sulla questione dell’arte post-storica”.

Il programma completo

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com