Cultura&Spettacolo

Cosenza,arriva il “Pub in Fest”

Cosenza – La manifestazione promossa dall’Associazione “E20&Musica”, con il patrocinio del Comune di Cosenza (Assessorati alla crescita economica urbana e alla Comunicazione e  spettacolo), propone, a partire da domani, giovedì 5 giugno e fino a sabato 7 giugno, “Pub in Fest” secondo dei quattro eventi in cui si articola la manifestazione che si propone di rilanciare il centro storico.“Pub in fest” è organizzata in collaborazione con l’Associazione “Be-alternative”, presieduta da Fabrizio Cariati. Saranno in tutto venti le attività commerciali che parteciperanno alla manifestazione che raggruppa i pub più noti della città e dell’hinterland compreso un autobus inglese, un London Bus, adibito a Pub.“Pub in Fest”, e non poteva essere diversamente, affianca alle degustazioni anche tanta musica. Si comincia domani alle ore 21,30, nell’area dell’anfiteatro della Villa vecchia, con il concerto dei “Soul Pains”, formazione eterogenea nata nel 2009 a Cosenza dalla fusione di componenti provenienti da diverse realtà del panorama musicale della città.

Dieci elementi, otto ragazzi e tre ragazze, e un parco strumenti nutrito:  due chitarre, basso, batteria, tastiere, sax tenore, sax baritono, voce  e coro. Dei “Soul Pains” fanno parte: Mattia Tenuta (frontman), Luca Garro (drums), Nino (chitarra), Saverio Tucci (chitarra), David Gerbasi (tastiere), Vincenzo Donato (basso), Gabriele Posteraro (sax tenore), Alessandro La Neve (sax baritono), Elisa Brown (coro), Alessandra Chiarello (coro), Aquila Abbate (coro). Tutti accomunati dalla volontà di intraprendere la strada del soul, del funk del rocksteady. I loro inediti li hanno presto imposti all’attenzione del pubblico della città che ha cominciato ad apprezzarli.

Il loro sound affonda le radici nella tradizione di vibrazioni sonore influenzate da autentiche leggende come  Otis Redding, i “Temptations “ e Marving Gaye.

 

Un impasto di ingredienti sonori dal risultato corposo ed elegante, frutto d’una grammatica stilistica surrogato dell’urbanizzazione del blues-gospel e dell’emancipazione del rhythm and blues.

Al primo ascolto i “Soul Pains” riecheggiano ambienti afro e scenari american-groove di indubbio spessore musicale.

Il loro primo album, dal titolo “Bitter day”, è stato presentato nell’ottobre dello scorso anno al Teatro “Morelli”.

La prima giornata di “Pub in Fest” sarà chiusa, alle ore 23,30, dal dj set di Fab & Cris.

Venerdì 6 giugno il programma prevede, alle ore 21,30 un “Twist Contest” e, in aggiunta, il concerto del gruppo punk-rock cosentino dei Duff, e, alle 23,30 il dj set di Fabio Nirta. Sabato 7 giugno chiusura affidata ai “Villa Zuk (ore 21,30) e, alle 23,30 al dj set dei Mujina Crew.

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top