Cultura&Spettacolo

L’ambasciatrice di pace Noa incanta ed emoziona il Rendano (Audio)

COSENZA – Un concerto unico nel suo genere. Anzi, nei suoi generi. Si, perchè in due ore circa di spettacolo la grande artista israeliana Noa, al secolo Achinoam Nini, riesce a spaziare con straordinaria maestria dalla musica classica a quella leggera, dalle sonorità mediorientali a quelle europee, spagnole, italiane e persino napoletane, dal blues al pop. Il suo repertorio, il suo spettro d’azione è un arcobaleno di innumerevoli colori e suoni e lei si conferma performer, interprete e musicista di grande valore. 

Grandi emozioni

E per lei sono applausi a piene mani ad ogni canzone. Noa, in Italia solo per tre tappe del suo Loe Medicine Tour, dispensa emezioni accompagnata da grandi musicisti della scena israeliana: Gil Dor alla chitarra, Gadi Seri alle percussioni e Adam Ben Ezra al contrabbasso.

In assoluta anteprima, Noa ha anche regalato un autentica perla, presentando il suo prossimo album dedicato a Johann Sebastian Bach, una stupefacente fusione di classica e pop che ha raccolto lunghissimi applausi. Naturalmente non sono mancati brani oramai storici come “Little Star“, in cui tocca il tema della ShoahI don’t know, uno dei suoi brani più noti, in cui suona magistralmente anche le percussioni ed un nuovo singolo che affronta con delicatezza il tema dell’eutanasia. Nella scaletta pure uno splendido omaggio impregnato di magnifica teatralità a Joaquin Sabina, che ha collaborato insieme a Gilberto Gil all’incisione di “Love Medicine”.

Premio “Un ponte fra le stelle”

Prima delle richiestissime note, Noa ha ricevuto sul palcoscenico dall’assessore Rosaria Succurro il Premio “Un Ponte tra le Stelle” per il suo impegno a favore dei Diritti Umani e Civili, realizzato dall’orafo crotoneseGerardo Sacco, anch’egli sul palcoscenico. Con loro, il sindaco di Tarsia Roberto Ameruso, che ha ringraziato l’artista per la vista a Ferramonti e Brunella Stancato, Presidente di Federanziani Calabria, che ha regalato a Noa una “mattonella” della “Sciarpa della Pace” realizzata dai “Nonni di Calabria”, con cui è stata accolta al campo di internamento.

«Sorprendente!»

Infine, una lunga standing ovation al termine di “Beautiful that way” ha concluso un evento musicale indimenticabile. «Noa è la voce delle stelle. Nel mio festival è stata ospite ben otto volte ed ogni suo concerto è sempre nuovo e speciale – ha dichiarato a fine spettacolo Ruggero Pegna -. E’ una delle più grandi cantanti del mondo di sempre, per il talento vocale, l’unicità artistica e la sua umanità, che si fondono naturalmente sul palcoscenico in quello che considero uno dei più straordinari spettacoli musicali a cui si possa assistere e partecipare. La Calabria ha bisogno di eventi artistici e culturali veri, come questo, anche per promuovere e valorizzare le sue tante risorse positive, il suo inestimabile patrimonio culturale e le sue bellezze!». 

Autografi e foto con tutti

La genuinità dell’artista mediorientale è disarmante. A fine concerto raggiunge i tanti fan del Rendano che l’aspettano. Noa, anche se stanca dopo una giornata intensa e piena di emozini, cominciata con la toccante visita al vicino campo di internamento di ebrei di Ferramonti di Tarsia e alla vallata dove è in progetto la realizzazione del primo cimitero per migranti d’Europa, rimane fino all’ultimo autografo, fino all’’ultima foto. «Sorprendente ad ogni modulazione musicale», è il commento entusiasta di una fan a fin concerto. «Vibrante, capace di suscitare emozioni positive ed irradiare energia», le fa eco un’altra ragazza. «Bella e brava» grida una signora dalla platea. 

Noa è tutto questo e altro ancora, una stella della pace e della musica. Viva la musica, viva Noa!

FOTOGALLERY

Fatti di musica torna con “Romeo e Giulietta”

La rassegna Fatti di Musica Radio Juke Box 2018 tornerà a Cosenza i prossimi 8 e 9 giugno con il musical “Romeo e Giulietta, Ama e cambia il Mondo”, il kolossal originale di David e Clemente Zard allo Stadio San Vito / Marulla, per poi spostarsi a Roccelletta di Borgia per un altro eccezionale evento internazionale: la prima in Calabria di Caetano Veloso in concerto al Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia il 17 luglio, coproduzione tra Armonie d’Arte Festival e Fatti di Musica.

 

Andreina Morrone

(hanno collaborato F.O. e A.F.)

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com