Cultura&Spettacolo

L’arte a misura di piccoli: Museum Children Ebook

COSENZA – Cosa ci fa una squadra di gufetti al Museo dei Bretti e degli Enotri? Bartolomeo Masterly e suoi curiosi amici hanno presentato questa mattina ad alcuni bambini delle scuole e a qualche adulto il progetto “Museum Children Ebook – Viaggio fantastico nei Musei e nelle città d’arte” in cui sono protagonisti.

L’idea di Anna Cipparrone, storica dell’arte (intervistata sulle nostre pagine), è quella di coinvolgere ed incuriosire i piccoli utenti al mondo della cultura e dell’arte, puntando su una gamma di strumenti che le nuove tecnologie digitali rendono facilmente fruibili anche per genitori e insegnanti. Attraverso app ed e-book, infatti, il prestigioso patrimonio artistico e museale italiano viene spiegato ed illustrato ai più piccoli, consentendo loro di vivere l’esperienza della visita come un’avventura. Anzi, la fruibilità multimediale permette di prolungare l’esperienza vissuta, richiamando alla memoria le sensazioni e le emozioni provate a contatto con la Storia e le storie contenute nelle opere d’arte.

A metà strada tra Geronimo Stilton e il burbero Anacleto disneyano de “La spada nella roccia”, per stessa ammissione della disegnatrice Rosa Francesca Romano, i gufi esprimono caratteristiche e peculiarità con cui i bambini hanno familiarità e in cui si possono riconoscere, dando così loro la possibilità di sentirsi finalmente considerati. In un settore che punta ad un target prevalentemente adulto, questa idea restituisce ai piccoli la loro giusta collocazione: non più visti solo al seguito dei genitori, ma visitatori attenti e curiosi da coinvolgere ed educare.

Non è un caso che la stessa presentazione del progetto sia stata strutturata in più fasi, proprio per ritagliare i giusti spazi ai bambini. La prima parte è stata dedicata a far conoscere i gufi, la realizzazione e la fruizione dell’ebook attraverso gli interventi dello staff operativo. Dopo il saluto iniziale dell’assessore alla Comunicazione del Comune di Cosenza Rosaria Succurro, che ha sottolineato l’importanza della promozione delle bellezze cittadine, hanno preso la parola Anna Cipparrone ideatrice del progetto, Pasquale Biafora editore digitale, Rosa Francesca Romano illustratrice, Raffaella Bilotta autrice dei dialoghi.

La seconda parte invece è stata orientata per gli “addetti ai lavori”. Mentre i bambini delle scuole sono stati accompagnati nei laboratori a scoprire le avventure dei gufi e le attrazioni dell’ebook in un’atmosfera di allegria e gioco, la presentazione è proseguita con gli interventi più istituzionali delle figure interessate a veicolare strumenti così innovativi di didattica museale. Maria Cerzoso, direttrice del Museo dei Bretti e degli Enotri, ha fatto gli onori di casa aprendo il confronto. Tra gli altri sono intervenuti Luciano Greco dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Cosenza, Giovanna Capitelli docente di Storia dell’arte presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria, Alessandro D’Alessio direttore del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, Sonia Ferrari commissario straordinario del Parco Nazionale della Sila, Raffaele Scarpelli di Ubi Banca Carime, Rosanna Caputo direttrice della Galleria Nazionale di Cosenza.

Tutti gli interventi hanno convenuto sulla necessità di approfondire gli aspetti legati alle nuove tecnologie, soprattutto in funzione di una più ampia promozione del patrimonio artistico calabrese, perché possa realmente diventare volano di un rinnovato turismo culturale.

E poiché i bambini curiosi di oggi, saranno domani i custodi attenti di questo stesso patrimonio artistico-culturale, ai viaggi di Bartolomeo Masterly è affidato il compito di scoprire i tesori nascosti e di svelarne le bellezze ai piccoli.

Mariacristiana Guglielmelli

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com