Cultura&Spettacolo

Mendicino, parte con “Sguardi al Sud” la prima stagione del teatro comunale

rassegna-teatro-mendicinoMENDICINO (CS) – Con “Sguardi al Sud”, parte la prima stagione del Teatro Comunale di Mendicino a cura della compagnia Porta Cenere con il sostegno della Città di Mendicino, e la direzione artistica di Mario Massaro. Tema della rassegna sarà, appunto, il Sud Italia, fucina di talenti, con spettacoli nati o incentrati nelle realtà del Sud, con nuove importanti drammaturgie. Una stagione che prevede cinque spettacoli di prosa e due di teatro per ragazzi: si parte il 6 Novembre con l’appassionante “Letizian forever”, di Rosario Palazzolo (fresco vincitore l’8 ottobre del premio ANCT -associazione nazionale critici di teatro – come miglior drammaturgo) con Salvatore Nocera; spettacolo che ha vinto, tra gli altri, la Biennale Marte Live e il Festival Teatri di Vetro; il 13 Novembre sarà la volta della compagnia Officine Jonike delle Arti con “Alfa  & Omega”, reduce dal Festival Internazionale “Dolce Vitaj” di Bratislava, con Kristina Mravcova e Maria Milasi per la regia di Americo Melchionda, che analizza, con sapiente scrittura, l’universo femminile. Il 20 Novembre una grande conoscenza del teatro contemporaneo, Laura Curino, regista dello spettacolo “Se ci sei batti un colpo” di Letizia Russo, con Fabio Mascagni: una storia surreale e tragicomica per indagare, attraverso la vita di un giovane uomo che ha tutto ciò che gli serve, tranne il cuore, un tema caro a chiunque abbia mai avuto il dubbio se davvero valga o no la pena vivere;  il 27 Novembre sarà la volta di Mario Sorbello e Rachele Pennisi con “Luigi che sempre ti penza”, di Luigi Borruso, un commovente e ideale ritratto del fenomeno dell’emigrazione che ha travolto il Sud Italia (testo segnalato al Premio Tuttoteatro alle Arti Sceniche “Dante Cappelletti” e finalista al Premio “Ugo Betti” per la drammaturgia); l’11 Dicembre uno degli autori più interessanti del teatro italiano, Annibale Ruccello, sarà messo in scena da Hobos Teatro in “Piccole tragedie minimali” con gli attori Daniele Mattera e Sebastiano Cappiello, uno spettacolo che scava fra i cardini e i decumani dell’antica Neapolis per riemergere ricco dei colori e delle contraddizioni della realtà partenopea, risvegliare le coscienze e far sorgere punti di domanda. La stagione in pieno clima natalizio prevede anche due compagnie attivissime nel teatro ragazzi: la storica compagnia lalineasottile di Massimo Costabile e Antonella Carbone con la fiaba “Hansel & Gretel” (4 Dicembre) e la compagnia Porta Cenere (organizzatrice degli eventi) con “I Figli di Babbo Natale”, liberamente ispirato al “Marcovaldo” di Italo Calvino, con Elisa Ianni Palarchio, Mario Massaro e Antonio Arena, il 18 Dicembre. Biglietti e abbonamenti in vendita da INPRIMAFILA Cosenza.

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top