Cultura&Spettacolo

Musica, danza e animazione: ultimi eventi dell’estate cosentina

COSENZA – Un’iniziativa finalizzata alla socializzazione e all’intrattenimento. E’ quella proposta dall’Associazione Socio-Culturale “Consalvo Aragona” e patrocinata dal Comune di Cosenza e dalla Provincia e in programma sabato 21 settembre, a partire dalle ore 20,00, nel piazzale antistante la Parrocchia di Cristo Re.

Particolarmente nutrito il programma. Perno della serata sarà l’esibizione del Gruppo musicale “I ricordi più belli” del polistrumentista Pasquale Parise che, per l’occasione, unitamente ai componenti della sua band, sarà affiancato dalla voce di Pino Artese, esponente di spicco della musica folk cosentina.

Dalle 20,00 fino alle 22,00 previste anche le animazioni dei clown della Croce Rossa Italiana e un angolo ludoteca con giochi gonfiabili per i più piccoli.

Degna cornice della serata anche l’esibizione della Scuola di ballo “Dancing club” di Cosenza che allieterà i presenti con tanghi argentini e balli caraibici.

Non mancherà un tocco di gastronomia tradizionale con la degustazione di bruschette e i sempre apprezzati e gustosi cuddrurieddri.

“La finalità della serata è duplice – ha detto il presidente della commissione Welfare del Comune di Cosenza Roberto Bartolomeo – da un lato favorire la socializzazione attraverso il percorso ludico-ricreativo che abbiamo immaginato; dall’altro chiudere in bellezza l’estate. Strategica è stata la scelta del luogo. Infatti il piazzale davanti la Chiesa di Cristo Re favorirà l’afflusso sia dalla vicina Via Popilia, sia dal centro città.”

Un ringraziamento particolare Roberto Bartolomeo ha poi rivolto a tutti coloro (enti ed imprenditori) che a vario titolo hanno contribuito per rendere possibile la manifestazione.

Nel corso della manifestazione sarà ricordato anche il cantante cosentino Tonino Lombardi, scomparso di recente, voce del memorabile inno del Cosenza calcio.

A ritirare la targa commemorativa, dalle mani di Roberto Bartolomeo, sarà il figlio del compianto cantante, Marco Lombardi.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top