Cultura&Spettacolo

Parte la prevendita dei biglietti per il “Teatro di Primavera”

COSENZA – Inizia la vendita e la prenotazione dei ticket per i singoli spettacoli della rassegna “Teatro di Primavera”.

Sul palco del Teatro A. Rendano sei spettacoli all’insegna del divertimento. Prosa, cabaret e musica questi gli ingredienti della rassegna ideata da“Musica & Musica”, l’Associazione culturale “Le Pleiadi” e “GF Management”.

Venerdì 21 marzo l’esordio del cartellone con il nuovo spettacolo di Max Giusti “Di padre in figlio”. Conduttore televisivo, attore, showman Giusti si misura con una pièce insolita. Non solo pura comicità ma un vero e proprio passaggio di consegne, un passaggio di verità, un passaggio di emozioni e di sentimenti. Le mille facce di Max Giusti, racchiuse nei tre volti dello spettacolo: cinema, televisione e teatro con una versatilità naturale che fa dell’attore romano una maschera unica su qualsiasi palcoscenico. «Di Padre in figlio» non è il solito show comico scritto ed interpretato solo per far ridere. Max Giusti, abituato ad essere un attore brillante e comico, per la prima volta sulle tavole del palcoscenico, affronta con assoluta veridicità i sentimenti e il rapporto tra padre e figlio, quasi sempre fatto di silenzi, di abbracci mancati, di sguardi e di «non detti».

Sabato 29 marzo sarà la volta di un musical indimenticabile “Cantando sotto la pioggia” (Singin’ in the Rain). Produzione della compagnia di Corrado Abbati, che firma anche la regia. Il celebre musical di Broadway, reso famoso dal film diretto nel 1952 da Stanley Donen e Gene Kelly e interpretato da Gene Kelly, rivive sul palco del Rendano. Le musiche sono di Nacio Herb Brown. L’allestimento si avvale della collaborazione dell’inglese “Up Stage Designs” e dei suoi scenografi Phil R. Daniels e Charles Cusick Smith, autori di un’inedita messa in scena multimediale che avrà per filo conduttore l’ambientazione cinematografica. Ambientata nell’America di fine anni Venti, nel periodo di passaggio dal cinema muto al sonoro. L’attore Don Lockwood, acclamata stella del muto, non sopporta la sua partner sullo schermo, la bionda e svampita Lina Lamont. Il successo dei primi film sonori costringe il loro produttore a trasformare l’ultima pellicola interpretata dalla coppia in un film parlato, ma l’idea si rivela impraticabile a causa dell’insopportabile voce gracchiante di Lina. Il ballerino Cosmo, miglior amico di Don, suggerisce di trasformare il film in musical, facendo doppiare la voce di Lina alla giovane attrice e cantante Kathy, di cui Don si è nel frattempo innamorato.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top