In Evidenza

M5S Rende, i partiti strumentalizzano i fatti

RENDE – Il M5S Rende interviene sui partiti che strumentalizzano i fatti, Pd e Pdl capovolgono la realtà ma nessuno parla degli oneri di urbanizzazione.

Da una parte il Pd scende in campo per dire che come lo sa leggere lui il bilancio non lo sa fare nessuno – meno che mai la struttura commissariale –  che i debiti fuori bilancio quasi non esistono più e che hanno già in mano le soluzioni per risollevare le casse del Comune dalla crisi finanziaria. Già, peccato che la colpa principale e predominante per cui ora i cittadini devono subire aumenti così forti nel pagamento dei servizi primari è il disastro finanziario creato – e voluto – dal mal governo targato Principe e firmato da Bernaudo e Cavalcanti.

Dall’altra parte ritorna a farsi sentire un timido Pdl, che dopo mesi di colpevole silenzio strumentalizza la protesta dei genitori per il caro mensa e sputa veleno contro i democrat. Nulla da ridire sull’attacco, seppur strumentale, al Pd. Ma una domanda è d’obbligo: in tutti questi anni di opposizione perché non avete avvertito la popolazione dei danni finanziari che si stavano creando? Perché non avete voluto (e saputo) controllare e verificare i bilanci? Si tratta di mera incompetenza o di – quasi certa – complicità?

Ultimo appunto anche per il Commissario Valiante: abbiamo appoggiato in pieno la sua ricerca di possibili soluzioni al problema finanziario della città ma crediamo sia giusto cercare, prima, di mettere le mani nelle tasche di chi è sempre sfuggito ai controlli e, solo dopo aver toccato gli interessi forti, ci si può rivolgere agli incolpevoli cittadini che comunque hanno sempre pagato quanto richiesto e che, giusto in questo periodo di crisi, hanno visto il servizio mensa per le scuole dell’infanzia aumentare fino all’80% e quello del trasporto fino al 300% tra l’altro in maniera retroattiva . Inizi, ad esempio, a pretendere e recuperare i soldi degli oneri di urbanizzazione mai pagati dai palazzinari amici di chi ci ha governato o ad esigere il credito vantato nei confronti della società Acque Potabili, che comunque ha sempre introitato le bollette pagate dai cittadini rendesi. Siamo certi che in questo modo i bilanci comunali si metteranno a posto in tempi molto più brevi.

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top