Istruzione&Ricerca

Mentoring di aziende e competenze trasversali: il Business Game IG4U 2015

thMentoring di aziende e competenze trasversali: il Business Game IG4U 2015 28 e 29 maggio – una competition dal respiro internazionale e dal “sapore” meridionale. Soft skills, autopresentazioni e incontri con aziende: questi gli ingredienti della terza edizione del quadrangolare di Business Game “IG4U Challenge”, svoltosi quest’anno presso l’Università di Salerno. Quattro Università (Politecnico di Bari, Università della Calabria, di Salerno e di Palermo) si sono contese il primo posto in una “competition” di ingegneri gestionali prossimi alla laurea. Otto team, due per Università, hanno messo in atto le migliori strategie per far crescere il valore di mercato della loro impresa, in uno scenario che riflette quattro semestri di vita della stessa. Quest’anno l’azienda Artémat S.r.l. (www.artemat.it), partner tecnico e organizzativo del progetto, si è resa promotrice di una sfida in linea con l’EXPO di Milano: il mercato di riferimento della simulazione è stato quello della produzione alimentare, uno dei settori che potrà rappresentare un importante riferimento per il rilancio dell’economia italiana e in particolare di quella meridionale. La novità sostanziale di questa edizione è state il forte accento sulle competenze trasversali: comunicazione, teamwork, motivazione – attraverso lo spazio lasciato alla autopresentazione dei ragazzi, il mentoring da parte delle aziende intervenute (Engineering, Ubi Banca Carime, Capgemini,  CNH Industrial e Save the Children ) e la valutazione dei profili di personalità tramite questionario (TIPI – Ten Item Personality Inventory). Occasione unica per i ragazzi, ad un passo dalla laurea, per farsi conoscere ed apprezzare a 360 gradi dalle aziende presenti e anche un momento di riflessione per le università partecipanti, sulla possibilità di migliorare la qualità dei percorsi formativi, ponendo maggiore attenzione sullo sviluppo delle competenze trasversali. Per quel che riguarda la competizione, le migliori prestazioni di squadra sono state ottenute dal team NdujaCal dell’Università della Calabria, mentre Nicol De Simone dell’Università di Salerno ha ottenuto il primo posto nella valutazione  degli skill individuali. Esprime soddisfazione la padrona di casa, prof.ssa Francesca Michelino dell’Università di Salerno, felice di aver accolto studenti ed aziende presso il campus di Fisciano ed animata dall’entusiasmo di una iniziativa così innovativa rivolta a giovani e promettenti talenti. Entusiasta La Prof.ssa Francesca Guerriero, Coordinatrice del Corso di Studi in Ingegneria Gestionale dell’Università della Calabria, per l’importante risultato conseguito dai propri studenti e per il confermato successo dell’evento, avvalorando l’importanza che la completezza di un profilo è data anche dalle competenze trasversali, sulle quali le università si dovranno maggiormente attrezzare. Altrettanto soddisfatti gli altri docenti: Erica Mazzola dell’Università di Palermo e Ilaria Giannoccaro del Politecnico di Bari. Esprime compiacimento il prof. Gianpaolo Iazzolino, responsabile scientifico del progetto IG4U, per un evento che è cresciuto molto in soli tre anni fornendo un ottimo contributo al completamento del profilo formativo dell’ingegnere gestionale. Il prossimo appuntamento con IG4U Challenge è già fissato per la sua quarta edizione al Giugno 2016 presso l’Università di Palermo.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top