Istruzione&Ricerca

Proseguono all’UniCal gli Incontri internazionali sul Master Acqua–Energia nei Sistemi di Drenaggio Urbano

Allievi del Master con il prof. Prodanovic e la prof.ssa Patrizia Piro

RENDE – Nell’ambito del Master di II Livello “Esperto in gestione integrata e sostenibile del ciclo acqua-energia nei sistemi di drenaggio urbano”, coordinato dalla prof.ssa Patrizia Piro, si è svolto il terzo incontro internazionale con il Prof. Dušan Prodanović, dell’Università di Belgrado, che ha incentrato la sua lezione sulla gestione delle informazioni come presupposto per la gestione integrata delle acque urbane.

Partendo dall’importanza che la raccolta di dati relativi all’acqua, la loro analisi e le relative ricerche hanno nella gestione delle risorse idriche urbane, da sviluppare parallelamente alla pianificazione complessiva degli ambienti metropolitani, il Prof. Dušan Prodanović ha evidenziato la funzione primaria della raccolta ed elaborazione di tali informazioni per una gestione ottimale ed integrata delle acque in ambiente urbano, oltre che un supporto indispensabile nel processo decisionale per la loro corretta gestione.

Il Prof. Prodanović ha incentrato la prima parte della lezione sulle quattro fasi fondamentali di elaborazione dei dati da considerare nella gestione integrata delle risorse idriche urbane:  Raccolta dati (Data Collection) – processo a lungo termine; Monitoraggio (Monitoring);  Analisi dei dati (Data Analysis) – creazione delle informazioni; Diffusione delle Informazioni e Accessibilità ai dati  (Dissemination & Accessibility).

Ogni fase ha un proprio valore che aumenta in base alle relazioni con le fasi precedenti: lo scopo è quello di disporre di dati sufficienti a fornire delle informazioni che a loro volta possano essere utilizzate da coloro che decidono e pianificano la gestione delle acque urbane.

La seconda parte della lezione, invece, è stata incentrata sulle misure di portata nei sistemi urbani. Partendo dal presupposto che non vi è nessun dispositivo “perfetto o univoco” che possa aiutarci nella misurazione precisa e affidabile della portata, il prof. Prodanovic ha  illustrato i diversi metodi e strumenti di misurazione della portata in fognatura, relativamente recenti e attualmente disponibili sul mercato.

Nello specifico ha parlato del metodo ad Ultrasuoni, quello Elettromagnetico e quello Radar,  – con i relativi vantaggi e svantaggi – per la misurazione della portata e della velocità, e varie sperimentazioni effettuate nei laboratori della facoltà di Ingegneria Civile dell’Università di Belgrado. Particolare attenzione è stata inoltre rivolta alla tecnica innovativa PIV (Particle Image Velocimetry), tecnica emergente per la misura 2D e 3D della velocità, che utilizza due foto della superficie dell’acqua registrate in tempi diversi, trova le stesse particelle e ne calcola la distanza così da ottenere un campo vettoriale: il campo della velocità superficiale.

In conclusione è stata evidenziata quanto sia importante, seppur complessa e costosa, la misurazione della portata nei sistemi di fognatura urbani, e quanto sia fondamentale la selezione di un metodo ottimale e giustamente calibrato a seconda dei diversi casi.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top