Istruzione&Ricerca

Psicologia della famiglia e la tutela dei minori

NAPOLI – In occasione della rassegna Maggio dei Monumenti, la Fondazione Movimento Bambino e l’Istituto di Psicologia Umanistica Esistenziale e Transpersonale Nea Zetesis, in collaborazione con la Fondazione Ferrero e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, hanno organizzato una mostra fotografica sul variegato mondo dell’infanzia dal titolo BAMBINI, Anima del Mondo, insieme ad un convegno di studi sul tema La Psicologia della Famiglia e la Tutela dei Minori curato da Maria Rita Parsi e Mario Mastropaolo. Il duplice evento, che si articolerà nelle giornate di venerdì 17 e sabato 18 maggio 2013 (9.00-17.00), avrà luogo a Napoli nell’incantevole cornice delle sale del Convento di San Domenico Maggiore, concesso per la speciale occasione dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Le due giornate di studio che accompagnano la mostra prevedono un ricco programma di relazioni, nonché il contributo di illustri docenti di psicologia, antropologia, pedagogia, letteratura e diritto. La tappa campana della mostra fotografica prosegue così il suo lungo viaggio di presentazione per il mondo, dopo esser stata già ospite di alcuni suggestivi luoghi del nostro Bel Paese, non ultima quella che l’ha vista protagonista presso le meravigliose sale del Senato della Repubblica. La rassegna, che si propone di riconoscere e rendere nota la sapienza dei bambini, è strutturata in 150 pannelli fotografici con testi, tra i quali la Carta di Alba redatta dalla Fondazione Movimento Bambino sulla tutela dell’infanzia e pubblicata nel libro “Bambini” di Alessandra Santelli e Maria Rita Parsi. Le foto della Santelli sono frammenti di viaggi, momenti, scoperte di un mondo che appartiene ai bambini e che tenta di contenerli nei suoi confini. I testi che accompagnano le istantanee sono attinti, invece, da un’opera di Maria Rita Parsi, “Il pensiero bambino”, che rappresenta un manifesto sulla filosofia bambina. Questa raccolta di parole e immagini non è solo artistica, ma anche scientifica, giuridica e politica. La mostra rappresenta un’operazione di conoscenza, di rivendicazione di un diritto fondamentale: il diritto all’infanzia, ovvero quel principio pacificamente rivoluzionario che conferisce autorevolezza a chi, nel mondo, così com’è strutturato, non ha alcuna autorità. All’evento inaugurativo della tappa napoletana, con benevolenza e ammirazione per l’opera, prenderanno parte tutti gli organismi sociali e professionali interessati, insieme alle più alte autorità civili, militari e religiose della città. Per conoscere il programma delle due giornate di studio del convegno sul tema della famiglia e per le prenotazioni alla partecipazione gratuita dei lavori si possono consultare i siti www.neazetesis.it o www.movimentobambino.org.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top