Locale

Antonio Russo e Teresa Aiello fanno visita ai più deboli

NATALE SOCIALE (1)CROSIA (CS)-Il sindaco Antonio Russo, accompagnato dall’assessore ai Servizi sociali Teresa Aiello, durante le festività di Natale  ha fatto visita ai cittadini anziani, ammalati, disabili e a coloro che, più in generale, vivono una condizione di disagio.Casa per casa, gli amministratori hanno fatto sentire la vicinanza dell’intera comunità a questa gente che quotidianamente vive, costretta dalla propria condizione, nell’anonimato della società.«Il Natale – dichiara il Sindaco – è soprattutto solidarietà. E da amministratori abbiamo sentito l’obbligo di far sentire ai più bisognosi la presenza fattiva delle Istituzioni. Continuiamo a rimanere vicini alle classi sociali più deboli, che rimangono una priorità nell’azione del governo cittadino. Purtroppo ad oggi, causa le condizioni non del tutto favorevoli dell’Ente ereditate dalle precedenti gestioni, non siamo nelle migliori condizioni per poter avviare una politica sociale più equa e solidale». «Ma siamo certi – precisa il Primo cittadino – che finora non abbiamo tralasciato nulla al caso per dare quanti più servizi a queste persone». «Insieme al sindaco Russo – aggiunge l’assessore ai Servizi sociali Teresa Aiello – quest’anno abbiamo fatto una scelta di cuore e di responsabilità, andando a visitare casa per casa tutte le persone più disagiate. Soprattutto gli anziani e i disabili. È la prima volta che un Sindaco – ribadisce soddisfatta l’Assessore – nella nostra comunità, compie questo gesto, semplice e quasi scontato, ma molto importante per i cittadini. Siamo a lavoro per pianificare con la prossima programmazione annuale una serie di iniziative mirate proprio a dare una maggiore rilevanza alle politiche del welfare e del sociale. Dando appunto priorità agli anziani, ai diversabili e all’infanzia. L’auspicio – conclude Aiello – è che si possano creare le migliori condizioni di bilancio per attuare nuovi progetti. Ed è su questo che da tempo stiamo lavorando insieme al Sindaco e all’intera Maggioranza».

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top