Locale

Comitati di quartiere a Mendicino. Via Basso la Motta è protagonista del quarto incontro

MENDICINO (CS) – Si inserisce a pieno titolo nelle tante iniziative per portare la casa comunale in mezzo alla cittadinanza la realtà dei comitati di quartiere, uno strumento di partecipazione pensato per i cittadini affinché possano farsi portavoce dei bisogni e delle proposte della popolazione attraverso iniziative atte ad assicurare ai cittadini e all’amministrazione gli strumenti più idonei alla realizzazione di un rapporto costante e diretto fra comunità e rappresentanza elettiva. «Questo di oggi in via Basso la Motta è il  quarto incontro del ciclo di incontri dei comitati di quartiere – annuncia il primo cittadino Antonio Palermo-. L’elezione dello scorso 20 maggio ha fatto sì che il progetto si concretizzasse. Ringrazio i rappresentanti per l’impegno speso e per esservi messi in gioco, e gli abitanti tutti per gli incontri e i momenti di socializzazione organizzati».

LE PROPOSTE

Entusiasta il presidente di quartiere Stefania Scigliano che, dopo aver ringraziato l’amministrazione comunale per aver voluto l’incontro, ha reso note una serie di proposte per migliorare il quartiere e la vita di chi vi abita. «Giorni fa ci siamo riuniti per discutere e confrontarci sulle idee da proporre. Vorremmo adottare una villetta, ci piacerebbe che fosse dotata di giochi per bambini, un chiosco e una telecamera di sorveglianza; una sala polivalente che funga da sede di attività ludiche e culturali in collaborazione con il teatro e la biblioteca comunale; l’organizzazione di eventi nuovi o tradizionali che possano coinvolgere anche altri enti; un ciclo di incontri sull’apprendimento delle tecniche di produzione di prodotti locali; incontri informativi sul rischio sismico che preveda la partecipazione della Protezione civile ed infine incontri dedicati alla prevenzione». L’incremento della presenza di dossi per migliorare la sicurezza stradale, la maggiore sorveglianza dei centri CAS (centri di accoglienza straordinaria)la segnalazione di edifici con i tetti in eternit e le richieste di chiarimenti in merito alla carenza idrica sono state le tematiche affrontate al cospetto dell’amministrazione comunale e dei cittadini.

EMERGENZA IDRICA

Il vice sindaco Angelo Greco e l’assessore Francesco Gervasi fanno chiarezza sulla carenza idrica. «I comitati di quartiere- dice il vice sindaco Angelo Greco- devono rappresentare uno strumento di collegamento tra cittadini e l’ amministrazione. Quest’ anno stiamo attraversando un periodo difficile legato alla carenza idrica, noi ci stiamo impegnando quotidianamente però, è giusto rendervi partecipi degli scarsi introiti derivati dal pagamento della bolletta dell’acqua che, attualmente, si attestano intorno al 36,25%». «Quella di quest’anno è una grave siccità che non si registrava da 150 anni. Uno dei primi progetti proposti a pochi mesi dal nostro insediamento è stato quello dell’efficientamento della rete idrica tramite la delibera dell’otto agosto 2014. A giugno- ricorda l’assessore Francesco Gervasi- abbiamo ricevuto un finanziamento di 350mila euro per adeguare la rete idrica e captare nuove sorgenti, un finanziamento-precisa l’assessore- che la Regione ha concesso solo a 15 Comuni, e presto inizieranno i lavori. La riduzione dell’erogazione dell’acqua non è dovuta ai debiti del Comune accumulati negli anni, debiti che stiamo pagando grazie ad una convenzione ed un piano di rientro siglato con la Sorical. Nel corso di un tavolo tecnico in Prefettura ho chiesto la realizzazione di un nuovo pozzo e la ripartizione delle risorse idriche in base a parametri equi» .

CONCLUSIONI

Entusiasta Antonio Palermo che, dopo aver risposto ai cittadini e preso nota delle inefficienze e delle proposte avanzate, risponde alle domande dei cittadini e della rappresentante del comitato di quartiere. «Elogio la propositività dei rappresentanti di quartiere. È stata già emanata un’ordinanza sindacale inerente alla presenza di eternit, è pronto il regolamento, che mi auguro possa essere approvato entro fine anno, per la realizzazione di mercatini rionali stabili. Effettueremo dei lavori di manutenzione al piano superiore del teatro per la realizzazione della sede e, inoltre, solleciterò la chiusura dei CAS in Prefettura. Approfitto del momento per annunciarvi il ricco cartellone di eventi natalizi e per ricordarvi il festival Radicamenti che si svolgerà dal 19 al 23 dicembre». Un dicembre all’insegna della cultura e delle tradizioni che vedrà protagonista anche «la biblioteca comunale che dal 2 dicembre ospiterà sei eventi organizzati in collaborazione con i cittadini», dichiara entusiasta l’assessora Irma Bucarelli che annuncia anche il recupero di un patrimonio librario che rischiava di andare perso. Dicembre è alle porte, che la propagazione culturale abbia inizio!

Rita Pellicori

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com