Locale

Il sindaco Altomare interviene sullo sviluppo dell’area urbana cosentina

ROGLIANO (CS) – “Esprimo il mio plauso e quello, unanime, dell’amministrazione comunale di Rogliano all’iniziativa avviata dai colleghi sindaci di Mangone, Belsito, Cellara, Figline Vegliaturo e Santo Stefano di Rogliano per lo sviluppo di Piano Lago e per la soluzione delle sue problematiche, dalla necessità di un’adeguata infrastrutturazione dell’area industriale, alla regolazione dell’area urbana, al potenziamento dei servizi in funzione dei collegamenti con l’area urbana di Cosenza, al rafforzamento dei sistemi di sicurezza pubblica. Sono le parole di Giovanni Altomare, sindaco di Rogliano che interviene sul tema dello sviluppo dell’ area urbana sud cosentina. “Si tratta di tematiche che, da più tempo, sono all’attenzione delle amministrazioni del comprensorio e che, nello stesso tempo, rappresentano motivi di attenzione e di lavoro per la mia compagine amministrativa, impegnata a dare continuità ai percorsi già segnati in passato. L’idea della metro-tranvia nacque come metropolitana leggera da queste parti ed è diventata progetto di prossima attuazione, tanto che oggi può essere una prospettiva concreta destinata a determinare le giuste sinergie con l’area urbana Cosenza – Rende. Certo il discorso va ampliato nel quadro di una pianificazione, che abbia il sostegno della Regione, della Provincia, del Comune di Cosenza e nella logica della posizione baricentrica del Savuto, tra la città capoluogo e il Lametino, tra la Sila e il mar Tirreno, vale a dire di tutto un territorio che di per sé è una risorsa da utilizzare con la più vasta partecipazione dei soggetti istituzionali interessati. Va apprezzata e condivido pienamente l’esigenza di governare l’espansione urbanistica in atto, che ha praticamente legato tutti i centri dello stesso hinterland e che deve rispondere a criteri di efficienza, se è vero come sarà vero che quest’area urbana diventerà, prima o dopo, una città. – Infine il sindaco Altomare rivolge un appello: “affinché si uniscano gli sforzi al fine di dare il giusto riscontro alle popolazioni che avvertono sempre più l’esigenza di dare una svolta ai destini di questa zona”.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top