Locale

L’allarme di “Solo per Corigliano”: «Contrada Boscarello al buio»

CORIGLIANO CALABRO (CS) – Torna a farsi sentire il Movimento “Solo per Corigliano”, movimento costituito in larga parte da donne, e lo fa a distanza di pochi giorni dalla sua prima uscita pubblica, afferente il pericolo che incombe sugli operatori del settore commercio, in primis ambulanti e titolari di lidi e stabilimenti balneari, alla luce della direttiva Ue che ne liberalizza il mercato.

«Quest’oggi – si legge nella nota del movimento – intendiamo porre all’attenzione della pubblica opinione e delle preposte istituzioni una problematica attuale e molto avvertita dalla cittadinanza, in particolar modo dalle famiglie di Schiavonea e zone limitrofe. Si tratta della situazione, a dir poco grave, nella quale versa la popolosa contrada Boscarello, ove è situato un centro sportivo molto importante per il territorio, vero e proprio punto di riferimento per la socializzazione di bambini e ragazzi. Ebbene, nonostante la presenza di tale struttura quotidianamente frequentata da centinaia di giovani, la contrada, e in primo luogo l’arteria ove insiste detto centro, è scarsamente illuminata, causando così notevole disagio per gli automobilisti ma soprattutto incombente pericolo per i pedoni. A nome delle famiglie dei bambini e dei ragazzi chiediamo pertanto all’Amministrazione comunale di intervenire con celerità e in modo opportuno, potenziando l’illuminazione pubblica nella zona in oggetto». «La stessa urgenza – proseguono dal Movimento “Solo per Corigliano” – merita di essere profusa da chi di competenza per ciò che attiene la segnaletica nella medesima strada a scorrimento veloce nei cui pressi è situata la struttura sportiva. Contrada Boscarello è infatti percorsa da automobilisti che, in barba a qualsiasi attenzione, mettono a repentaglio la loro nonché l’altrui sicurezza. Sarebbe quindi efficace, a nostro parere, realizzare nell’area in oggetto apposita cartellonistica stradale e in primo luogo munire la stessa arteria di dossi per regolamentare e limitare la velocità. Chiediamo al Comune di intervenire in merito a tale problematica prima che sia troppo tardi, scongiurando così eventuali tragedie e andando a soddisfare le legittime istanze della popolazione».

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top