Locale

Platì, continua la bagarre sindaco-minoranza

PLATÌ (RC)- Non c’è pace per il piccolo comune di Platì. Dopo 13 anni di commissariamento, finalmente è stata eletta una giunta, con Rosario Sergi che ha vinto le elezioni. Però i 4 consiglieri di opposizione, capitanati dalla candidata sconfitta Ilaria Mittiga, sono già pronti a dimettersi: «è un diritto che ci concede la democrazia – ha dichiarato la Mittiga – e soprattutto a livello personale seguo alcuni principi e alcuni valori che nulla hanno a che vedere con il sindaco eletto». Pronta la risposta di Sergi: «La mia avversaria sarebbe entrata in Consiglio solo se avesse vinto le elezioni. È una cosa antidemocratica: se così fosse non esisterebbe un Parlamento con maggioranza e opposizione». Insomma, la democrazia, a Platì, continua ad essere “sospesa” come troppo a lungo negli ultimi tempi.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top