Primo Piano

A rischio l’economia calabrese

COSENZA – Risultati inquietanti sono emersi dalla studio di Unindustria Calabria curato da Rosanna Nisticò, Professoressa di Politica economica dell’Unical. La ricercatrice ha rilevato in base alle statistiche 93 mila posti di lavoro persi sul territorio calabrese nel decennio che va dal 2004 al 2013. Il continuo incremento delle ore di Cassa integrazione è un’ulteriore conferma dei dati scaturiti dalla ricerca. A differenza del 2008, nel 2013 la richiesta di concessione dei guadagni straordinari è stata 4,5 volte maggiore. Ad accrescere le preoccupazioni per l’economia del paese è anche il calo del 12,8% della domanda estera per i prodotti calabresi.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com