Nerd

[#Fantasy] “Beren e Lúthien”, un secolo di attesa per il nuovo inedito di J.R.R. Tolkien

Esce oggi nel Regno Unito, dopo 100 anni dalla sua stesura, “Beren e Lúthien”, l’attesissimo inedito scritto da J.R.R. Tolkien di ritorno dalla prima guerra mondiale.

Considerato un’opera che racconta “la grande storia personale” dell’autore, il libro ripercorre le avventure della coppia formata da Beren e Lúthien, nomi che compaiono sulle lapidi del maestro del fantasy e di sua moglie, nel tentativo di Tolkien di esorcizzare gli orrori vissuti in guerra.

tomba tolkien

Questa teoria è portata avanti dal grande studioso tolkeniano John Garth, che ipotizza il tentativo di creare un mondo il più possibile lontano da quello reale, dove aveva assistito a battaglie e trucidazioni come quella della Somme in Francia.

In Italia il volume sarà edito da Bompiani, mentre in Inghilterra l’opera è reperibile sugli scaffali per HarperCollins.

John Ronald Reuel Tolkien nasce nel 1892 in Sud Africa da genitori inglesi. A seguito della prematura scomparsa del padre, a soli 3 anni rientra in Inghilterra con la madre e il fratello, che gli trasmetterà l’amore per le lingue, le leggende e le fiabe. Alla morte della madre,  avvenuta nel 1904, il giovane viene affidato alle cure del sacerdote cattolico degli Oratoriani, padre Francis Xavier Morgan. Poco prima di partire in guerra, assume il titolo di Bachelor of Arts. Al rientro dal fronte occidentale, prosegue i suoi studi, acquisendo il titolo di Master of Arts nel 1919. Da quel momento in poi inizierà la sua carriera nel mondo dell’insegnamento, risultando come il maggior esperto di letteratura anglosassone e medioevale del Novecento. Nel 1937, nel pieno della sua carriera di docente, pubblica “Lo Hobbit”, romanzo fantastico con protagonisti hobbit, orchi e tanto altro, precursore dei meravigliosi romanzi successivi “La Compagnia dell’Anello” (1954), “Le due Torri” e “Il Ritorno del Re” (1955).

Tolkien lavora, nel corso della sua vita, su tantissime opere riprese da quell’ambientazione che diede vita a Lo Hobbit. Quelle incompiute saranno terminate, postume, dal figlio Christopher.

Miriam Caruso

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com