In Evidenza

Comune e Federanziani insieme per formare i “nonni tecnologici”

COSENZA –  Dai nativi digitali ai “nonni tecnologici”. Colmare il gap che separa la terza età e le nuove tecnologie in un momento in cui permangono ancora diverse sacche di scollamento tra la popolazione anziana e la società civile. E’ questo l’imperativo categorico che si è dato l’Assessore alla solidarietà e coesione sociale del Comune di Cosenza Manfredo Piazza, sposando il progetto della Federanziani Regionale che, attuando un protocollo d’intesa della Fondazione “Vodafone”, molto vicina ai bisogni sociali, si propone di avviare, a partire dal prossimo 4 dicembre, dei veri e propri corsi di formazione nei 4 centri anziani del Comune di Cosenza (Donnici, via Popilia, Serra Spiga e via Milelli) per consentire agli anziani del territorio, con l’aiuto di un trainer, di apprendere il funzionamento di computer, tablet e smartphone .

Il progetto è stato illustrato questa mattina, nella sede dell’Assessorato al welfare, dalla Presidente regionale di Federanziani Maria Brunella Stancato alla presenza, tra gli altri, dell’Assessore Piazza, dei Presidenti dei quattro centri di aggregazione per anziani della città di Cosenza, dei rappresentanti dello SPI-CGIL, con in testa il segretario generale Giannino Dodaro, di Benito Rocca, Presidente dell’ANTEAS di Cosenza (Associazione Nazionale tutte le età attive per la solidarietà), di Sergio Principe, amministratore della cooperativa sociale “Don Bosco” che si occupa di assistenza domiciliare agli anziani. “

Il progetto illustrato dalla Presidente regionale di “Federanziani” partirà il prossimo 4 dicembre, prima a Donnici e a via Popilia, dove continuerà fino al 15 di gennaio. Subito dopo, i corsi saranno avviati anche nei centri anziani di Serra Spiga e via Milelli. Saranno formate delle classi che ricomprenderanno tutti gli iscritti dei centri di aggregazione per anziani che intenderanno prendere confidenza con le nuove tecnologie e con i nuovi strumenti di comunicazione.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top