Calcio

Braglia dopo Pisa-Cosenza: «Grande partita, così bisogna giocare»

Piero Braglia dopo Pisa-Cosenza

PISA – La conferenza stampa di Piero Braglia giunge dopo il successo del Cosenza ottenuto all’Arena Garibaldi di Pisa. Una vittoria che arriva poco prima di un altro match delicato. Il prossimo 26 dicembre arriverà l’Empoli al “Marulla”: match in programma a partire dalle ore 12,30. 

Braglia dopo Pisa-Cosenza

L’allenatore toscano, intervenuto ai microfoni di Jonica Radio, ha espresso la propria soddisfazione per quanto espresso dalla propria squadra. «Devo dire che i ragazzi sono stati fantastici. I calciatori importanti hanno dimostrato – commenta Braglia – di tenere e anche tanto a questa maglia. Il Cosenza deve difendere questa categoria. Si tratta di un campionato importante e abbiamo bisogno dei tifosi. Adesso bisognerà conquistare altri punti per toglierci dalle zone basse della classifica». 

La prestazione di alcuni calciatori

Rivière, Machach e Broh, insieme agli altri compagni, hanno mostrato di voler ottenere una vittoria fondamentale. Il successo arriva all’inzio del trittico di partire. Dopo Pisa, infatti, sarà la volta di Empoli e Juve Stabia per concludere l’annata. Successivamente vi sarà la pausa di campionato con la conseguente apertura della sessione di calciomercato invernale. «Rivière è un calciatore veramente forte e intelligente. Machach ha dei piedi ottimi ma anche gli altri hanno dato il massimo».

La scommessa Broh dall’inizio

Il centrocampista ha offerto una prestazione assolutamente positiva. Densità in mezzo al campo e grande sicurezza offerta all’intero reparto. «Ho tenuto Broh ai margini e questa volta gli avevo chiesto di farmi ricredere: devo dire che lo ha fatto. Nella ripresa siamo un po’ calati ma è più che normale. Non si può pensare che alcuni calciatori possano mantenere la massima intensità nell’intero arco del match. Avremmo potuto anche chiuderla – conclude – ma non siamo riusciti durante il secondo tempo. Sono tre anni che parlo in conferenza stampa, dovrei farlo io e non qualche altra persona. Da ora in poi non lo farò più alla vigilia del match».  

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top