Calcio

Budimir toglie, Budimir dà. Allo Scida il Crotone non supera la Pro Vercelli, ma difende il secondo posto

Foto F.C. Crotone

Dopo una settimana di fuoco, il Football Club Crotone ospita in casa la Pro Vercelli nella 26ª giornata di campionato di Serie B ConTe.it. Allo Scida termina sul risultato finale di 1 a 1. La Provercelli passa in vantaggio al 9′ a causa di una deviazione su corner dell’attaccante rossoblu Budimir; a regalare alla sua squadra il pareggio è lo stesso numero 17 che segna al 79′.

Lo schema tattico del Crotone non cambia (3-4-3), ma cambiano gli attori e l’anima che diventa più offensiva: in difesa al posto di Yao, costretto al riposo a causa dell’infortunio di Bari, gioca Balasa; a centro campo Juric inserisce il nuovo acquisto Di Roberto, che disputa la prima partita con la maglia rossoblu proprio contro la sua ex squadra; mentre il tridente d’attacco è formato da Ricci, Budimir e Torromino. Foscarini opta, invece, per un 3-5-2.

Allo Scida l’arbitro fischia il calcio d’inizio che viene battuto dai padroni di casa. Fin da subito si capisce che non sarà una partita semplice perché la Pro Vercelli addormenta la partita, giocando chiusa nella propria metà campo e rallentando la costruzione del gioco dei rossoblu. Il primo sussulto arriva al 7′ quando Torromino, su punizione, impegna Pigliacelli che però blocca. Due minuti dopo la Pro Vercelli passa in vantaggio: sugli sviluppi di un corner, Budimir beffa il suo portiere con una deviazione fortuita. Crotone 0 Pro Vercelli 1. Con il vantaggio, i bianchi possono gestire la partita e dettarne il ritmo. Il Crotone sembra voler accorciare le distanze, ma non riesce a penetrare il muro di maglie bianche. Al 17′ è proprio l’ex Di Roberto che prova a mettere paura a Pigliacelli: Martella crossa dalla sinistra e Di Roberto colpisce di testa, ma il portiere non si fa sorprendere. Gli altri pericoli giungono da Ricci, al 20′, e da Balasa che manda la palla alta sulla traversa al 21′. La partita si anima al 34′ quando la Pro Vercelli rimane in dieci: Bani commette fallo su Budimir e riceve il secondo cartellino giallo. I rossoblu cercano, allora, di affondare il colpo e ci provano prima con un colpo di testa di Budimir che termina alto, poi con un sinistro al volo di Ricci che sfiora la traversa e poi ancora con un tiro di Torromino che sbatte sull’incrocio dei pali. Il primo tempo si chiude con 4′ di recupero sul risultato parziale di 1 a 0 in favore degli ospiti e con il Crotone che attacca alla ricerca del pareggio.

Foto F.C. Crotone

Foto F.C. Crotone

Nella seconda frazione di gioco sono i bianchi a battere palla, ma è il Crotone a rendersi subito pericoloso prima con un sinistro di Di Roberto che colpisce la traversa, in seguito al tocco di Pigliacelli, e poi con un sinistro di Martella che termina di poco fuori. Come nella prima metà di gioco, la Pro Vercelli si chiude in difesa e cerca di ripartire anche se non sempre riesce. al 64′ il Crotone si avvicina ancora al pareggio: Stoian, entrato al posto di Torromino, serve Budimir che colpisce di testa, ma la palla termina ancora alta. Finalmente al 79′ arriva il tanto cercato gol: cross di De Giorgio a centro area per Budimir, Pigliacelli respinge, ma il numero 17 rossoblu riesce a depositare la palla in rete dopo la mischia che si era creata in area. Crotone 1 Pro Vercelli 1. Negli ultimi dieci minuti, i padroni di casa provano ad agguantare la vittoria. I tentativi sono vani. Allo Scida finisce 1 a 1.

Il Crotone difende il secondo posto e sale a quota 55, a +7 dal Pescara.

TABELLINO

CROTONE: Cordaz; Balasa (59′ De Giorgio), Claiton, Ferrari; Di Roberto, , Capezzi, Barberis (75′ Salzano), Martella; Ricci, Budimir, Torromino (59′ Stoian). A disp: Festa, Cremonesi, Zampano, Nicoletti, Paro, Delgado. All. Juric

PRO VERCELLI: Pigliacelli; Bani, Budel, Legati; Germano, Emmanuello (69′ Berra), Rossi (39′ Redolfi), Scavone, Mammarella; Mustacchio (52′ Castiglia), Marchi. A disp: Melgrati, Sprocati, Malonga, Filippini, Forte, Lombardo. All. Foscarini

Arbitro: Ros di Pordenone
Assistenti: Del Giovane e Reparelli di Albano Laziale
Quarto uomo:  Catona di Reggio Calabria

Reti: 9′ autorete Budimir (C), 79′ Budimir (C)

Ammoniti: Claiton (C), Budel (P)

Espulso: 34′ Bani (P) per doppia ammonizione

Angoli: 8  a 3

Rec: 4′ pt, 3′ st

di Patrizia Palermo

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com