Calcio

Il Catanzaro batte la Turris e sale al quarto posto

CATANZARO – TURRIS 3-1

CATANZARO (3-5-2) : Branduani; Riccardi (1’Evan’s), Fazio, Pinna; Garufo, Verna (30’st Altobelli), Risolo (1’st Carlini) Corapi, Casoli; Evacuo (42’st Curiale), Di Massimo (13’st Di Piazza). All. Calabro. A disp: Iannì, Di Gennaro, Martinelli, Salines, Riggio, Pipicella, Furina

TURRIS (3-4-1-2) : Abagnale; Rainone, Di Nunzio, Lorenzini (39’st Longo); Da Dalt, Tascone, Franco (37’st Alma), Romano (17’st Brandi), Esempio; Giannone (10’st Signorelli), Pandolfi. All. Fabiano. A disp: Barone, D’Oriano, Lame, Loreto, Esposito, D’Ignazio, Marchese, Fabiano

ARBITRO: Marini di Trieste

NOTE: Ammoniti: Fazio (C), Pinna (C), Branduani (C), Altobelli (C). Espulso Esempio (T)

MARCATORI: 22’pt Esempio (T), 43’pt Risolo (C), 36’st Evacuo (C), 49’st Curiale (C)

 

CATANZARO – Vittoria in rimonta per il Catanzaro, che approfitta del pareggio del Catania e sale al quarto posto in classifica. La Turris è una delle squadre migliori di quest’inizio di stagione, che si era piazzata nelle zone nobili della classifica grazie a un ottimo rendimento in trasferta. Una vittoria per nulla scontata per i ragazzi di Calabro, dunque, che ha saputo approfittare della superiorità numerica per l’espulsione di Esempio.

Inizia bene il Catanzaro, che dopo cinque minuti ha già la prima occasione: Di Nunzio è impreciso e involontariamente serve Garufo che calcia in porta. Lorenzin devia il tiro che così colpisce il palo. Dopo lo spavento iniziale, la Turris resta compatta e concentrata, e al ’22 passa addirittura in vantaggio: primo gol in carriera per Esempio, che si incunea alle spalle del centrale di destra del Catanzaro, riceve in area e buca Branduani. Il Catanzaro però è vivo e pochi minuti dopo colpisce un altro legno, stavolta con un colpo di testa di Fazio. Sul finale di tempo, l’episodio che cambia la gara. Esempio, già ammonito per essersi tolto la maglia in occasione del gol, si fa espellere nel più stupido dei modi: perde tempo su una rimessa laterale e si becca il secondo giallo. La partita si fa in discesa per il Catanzaro, che al ’42 pareggia grazie a una bella azione manovrata. Di particolare pregio lo scambio tra Verna e Di Massimo, che porta al rasoterra per Evacuo in area; l’attaccante di tacco, ad occhi chiusi, serve Risolo che a porta spalancata non sbaglia. Prima di rientrare negli spogliatoi, c’è tempo per un altro palo: lo sfortunato è Di Massimo, con un bel tiro rasoterra.

Sempre Di Massimo a inizio ripresa spreca il 2-1, dopo una bella iniziativa di Evan’s che propizia l’assist di Evacuo; Di Massimo però è troppo impacciato e si fa recuperare dalla difesa. Per il Catanzaro è difficile trovare varchi, ma il vantaggio arriva al 79′: un tiro di Carlini viene fermato sulla linea, poi Evan’s crossa, Abagnale non trattiene e ancora Carlini serve di testa Evacuo per il vantaggio. Per il Catanzaro il peggio dovrebbe essere passato, ma ancora una distrazione sul lato destro della difesa rischia di regalare il pari: Pandolfi, solo davanti a Branduani, apre troppo il piatto. Al ’94, a sugello di una partita controllata ma spigolosa, arriva il 3-1, con Carlini che sguscia sul fondo e mette in mezzo per Curiale che segna di tacco. La Turris in trasferta aveva un’ottimo rendimento, ma il Catanzaro in casa non è da meno. Il risultato lo dimostra.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com