Calcio

Il Catanzaro si rilancia: Teramo sconfitto 1-0

CATANZARO – TERAMO 1-0

CATANZARO (3-5-2) : Branduani; Riccardi, Fazio, Martinelli; Casoli, Verna, Risolo (45’st Baldassin), Carlini (36’st Corapi), Contessa (45’st Pinna) Evacuo (19’st Curiale), Di Massimo (36’st Di Piazza). In panchina: Iannì, Di Gennaro, Salines, Riggio, Evan’s, Altobelli, Garufo. All.: Calabro

TERAMO (4-2-3-1) : Lewandowski; Diakite, Piacentini, Iotti, Tentardini; Arrigoni, Santoro; Ilari (44’st Di Francesco), Mungo, Costa Ferreira (24’st Cappa); Pinzauti (10’st Bunino). In panchina: Valentini, Trasciani, Soprano, Minelli, Celentano, Birligea, Di Matteo. All.: Paci

ARBITRO: Acanfora di Castellammare

NOTE: Ammoniti: Fazio (C), Casoli (C), Carlini (C)

MARCATORI: 27′ st Carlini (C)

 

CATANZARO – Grande vittoria del Catanzaro, che argina senza difficoltà il Teramo, potenziale capolista, e si proietta a quindici punti nella corsa al secondo posto.

Inizio baldanzoso dei giallorossi, che dopo neanche un minuto potrebbero essere già in vantaggio: un rimpallo in area favorisce Carlini che a pochissimi metri dalla porta calcia addosso al portiere. Il Teramo, abituato a tessere il gioco e a non buttare mai la palla, è in difficoltà, si perde in errori banali, anche quando gli avversari non pressano con ferocia. Per gli abruzzesi c’è anche qualche distrazione difensiva sui calci piazzati: Evacuo sugli sviluppi di un corner sfiora ancora una volta il gol. La terza grande occasione per i padroni di casa arriva da un’imprecisione in impostazione bassa di Tentardini: la palla arriva a Di Massimo che supera un uomo con un tunnel, entra in area, ma spara alle stelle.

Nella ripresa la squadra di Paci prova a rispondere con un colpo di testa angolato ma non troppo potente che Branduani blocca. La partita è lenta, ci sono pochi sbocchi, ma il Catanzaro riesce con più frequenza a raggiungere il fondo grazie a un lavoro straordinario di mezzali ed esterni. Il migliore però è Carlini, che gioca una partita a tutto campo, non perde mai la palla sotto pressione e nasconde il possesso agli avversari fino a quando i suoi compagni non hanno occupato la metà campo offensiva. Più che giusto, insomma, che alla fine sia proprio il conte Max a decidere la gara a venti minuti dalla fine: Di Massimo effettua un taglio interno-esterno e riceve sul fondo, poi piazza un bellissimo cross rasoterra a rimorchio che Carlini controlla e scaraventa in rete.

Risultato giustissimo per un Catanzaro che finalmente gioca una partita da grande squadra contro un grande avversario.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com