Altri Sport

Callipo Volley, Giallorossi con un Plot in più

Il libero sloveno grande protagonista nel match contro Piacenza. Arrivato per sostituire Farina nelle prime tre partite, Plot è rimasto in giallorosso e ora coach Blengini lo sta utilizzando come ricettore e pedina utile nei fondamentali di seconda linea. Contro gli emiliani però Plot ha messo in mostra una efficacissima battuta jump-float che è risultata (peraltro con un ace su Marra) determinante per la conquista del primo set.

, il libero sloveno Miha Plot dialoga con il coach della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Chicco Blengini, nel corso del match con Piacenza (foto Scalamandrè)

Domenica scorsa è stato uno dei grandi protagonisti del match con Piacenza. Lo si vede generalmente poco in campo giocare qualche scampolo di partita. Contro gli emiliani, Miha Plot, uno dei liberi della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (insieme al veterano Alessandro Farina e al giovane Simone Sardanelli), ha messo in mostra le sue grandi qualità. Giocatore duttile, versatile, sempre pronto a dare una mano ai compagni e rendersi utile a seconda delle esigenze contingenti del proprio staff tecnico. Arrivato a Vibo Valentia per recitare il ruolo di libero a “gettone” in sostituzione di Farina (per le prime tre partite di campionato data l’indisponibilità del libero parmigiano, tesserato a mercato già chiuso), Miha Plot non solo si è reso protagonista da titolare nelle prime tre partite di campionato, ma ha avuto la ghiotta possibilità di vestire ancora la casacca della Tonno Callipo e di poter far parte della rosa giallorossa per tutto l’arco del campionato. E così, con il passare del tempo, degli allenamenti e delle partite, il libero sloveno è stato sempre più utilizzato come elemento in grado di dare dinamicità e, soprattutto, solidità nei fondamentali di seconda linea. Solido in ricezione, esuberante in difesa, Plot ha sempre mostrato grande voglia di lavorare dimostrando di essere un professionista dal sicuro affidamento. Non solo però ricezione e difesa. Plot, infatti, ha anche messo in mostra le sue ottime peculiarità di battitore jump-float. Una caratteristica, quest’ultima, che fatto denotare in maniera molto efficace nel corso del match contro la Copra Elior Piacenza. Sotto nel punteggio di tre lunghezze, coach Blengini ha estratto fuori dal cilindro la carta Plot. Lo sloveno è stato gettato nella mischia in un momento davvero delicato al posto di Luigi Randazzo al servizio. E con la sua jump-float ad effetto e tesa ha messo davvero in seria difficoltà la ricezione piacentina togliendosi anche lo sfizio di trovare un ace che ha sorpreso in posto 1 il libero di Piacenza Marra. Tre battute velenose che hanno permesso a Forni e compagni di piazzare un mini break di 5-1 e di portarsi sul 23-21 nel corso del primo parziale. Ma Miha Plot non si scompone più di tanto e tornando sul match e sull’importanza rivestita dal suo ingresso in campo afferma «Sono molto contento di essermi reso utile al servizio della squadra. Penso che questo sia il mio obiettivo principale. Fare il meglio possibile quando il coach decide di mandarmi in campo sia in ricezione che in difesa e anche al servizio». E per Miha Plot è arrivato così anche il primo punto in assoluto della sua carriera pallavolistica. Lui che nelle squadre professionistiche dove ha militato (nella sua Slovenia e in Belgio) e con la maglia della nazionale slovena, ha sempre giocato nel ruolo di libero: «Domenica è stato il primo punto che ho segnato – ha sottolineato il giocatore giallorosso – in una squadra professionistica. Fino a sedici anni ho giocato da schiacciatore e attaccavo pure, ma poi ho smesso e mi sono dedicato al ruolo di libero». Miha Plot si sofferma poi sul percorso che lo ha portato a Vibo Valentia e sulla stagione che sta vivendo: «Per me è stata una grande opportunità arrivare qui e giocare nel campionato italiano e sono davvero molto felice di essere rimasto qui. In questo momento è un’opportunità grandiosa misurarmi con il campionato italiano per la crescita della mia tecnica e della mia performance individuale. Con coach Blengini e con lo staff tecnico mi trovo molto bene e cerco di imparare dai loro consigli. Sono davvero molto felice di stare qui». Infine, Plot esprime parole di apprezzamento per la città di Vibo Valentia e l’ambiente in generale:  «L’Italia è un paese meraviglioso e Vibo Valentia è una città piccola e accogliente dove hai l’opportunità di godere davvero di un clima mite e soleggiato e poi è bello stare spesso a contatto con la gente e con i nostri tifosi che ci sostengono sempre».

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top