Calcio

Cia punisce il Cosenza in pieno recupero, al Südtirol va la vittoria

Südtirol - Cosenza

SÜDTIROL – COSENZA 1-0

SÜDTIROL (3-5-2): Offredi 6,5; Erlic 6 Sgarbi 6 Vinetot 6,5; Tait 6 Smith 6 (28’ st Bertoni 5,5) Broh 6,5 Fink 5,5 (16’ st Cia 7) Frascatore 6 (41’ st Zanchi sv); Costantino 6 Candellone 5,5 (28’ st Heatley 6). In panchina: D’Egidio, Weiss, Baldan, Boccalari, Oneto, Gatto, Flores, Berardi, Roma. Allenatore: Zanetti 6,5

COSENZA (3-5-2): Saracco 6; Idda 5,5 Dermaku 6 Camigliano sv (3’ pt Pascali 6); Corsi 6 Mungo 5,5 (26’ st Calamai 6) Palmiero 6 Bruccini 6 D’Orazio 5,5; Tutino 5,5 (26’ st Perez 5,5) Okereke 6. In panchina: Zommers, Ramos, Pasqualoni, Boniotti, Trovato, Loviso, Braglia. Allenatore: Braglia 6

ARBITRO: Dionisi di L’Aquila 6

MARCATORE: 46’ st Cia (S)

NOTE: spettatori 3mila circa di cui 350 ospiti. Ammoniti: Sgarbi (S), Dermaku (C). Angoli: 1-7. Recupero: 3′ pt, 3′ st

BOLZANO –  Il primo round sorride al Südtirol che segna in pieno recupero. Domenica ci sarà il ritorno al “San Vito – Gigi Marulla” con il pubblico delle grandi occasioni (foto pagina Facebook ufficiale del Cosenza). I calabresi saranno costretti a vincere per centrare la finale di Pescara.

Le squadre, scese in campo allo stadio “Druso”, propongono il 3-5-2. Il Cosenza schiera la stessa formazione uscita vincitrice dal ritorno dei quarti contro la Sambenedettese. L’unico assente in casa rossoblù è il centravanti Baclet causa turno di squalifica. Il Südtirol manda in avanti la coppia formata da Costantino e Candellone. Berardocco e Gyasi, invece, non saranno del match per i colori biancorossi.

Südtirol – Cosenza, poche emozioni nel primo tempo

Al minuto 3 Camigliano deve uscire, causa infortunio, per lasciare spazio al compagno di reparto Pascali. Il primo a tentare la conclusione verso la porta avversaria è Bruccini che, però, non inquadra la porta di Offredi. Il Südtirol al 17’ cerca di dare vita ad azioni personali con Costantino che prova il colpo dalla distanza: palla fuori.

Dopo 60 secondi azione personale di D’Orazio ma il colpo finale non dà l’esito sperato per i colori rossoblù. Possesso palla in mano del Cosenza mentre i padroni di casa tentano di colpire in contropiede. Al minuto 44 Candelloni tenta l’azione, con una torsione di testa, ma la sfera si accomoda al lato.

Calabresi pericolosi in 2 circostanze

Nessun cambio da parte di entrambe le formazioni. Schema da calcio piazzato sull’asse Pamiero-Mungo con quest’ultimo che spedisce la palla fuori. I trentini attaccano sulle fasce e al minuto 11 della ripresa si rendono pericolosi con Costantino. Mungo al 14’ rischia di segnare a seguito di un’azione confusa nell’area avversaria. Dopo 120 secondi primo cambio per Zanetti che fa entrare Cia al posto di Fink.

Il primo vero pericolo della serata passa sui piedi di Corsi che tenta il goal ma il portiere si oppone. Subito dopo altro miracolo di Offredi sul colpo di testa di Tutino. Al minuto 26 doppio cambio per Braglia che opta per Perez e Calamai al posto di Tutino e Mungo.

Cia segna in pieno recupero

Anche i padroni di casa inseriscono Bertoni e Heatley come risposta alle sostituzioni del Cosenza. Al 41’ spazio a Zanchi negli 11 di Zanetti. In pieno recupero miracolo di Saracco, sul primo tiro di Cia, ma non sul secondo che termina in rete per la gioia della squadra di Bolzano. Dopo 3 minuti di extra-time termina la gara: appuntamento a domenica per conoscere chi passerà il turno.

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com