Calcio

Coppa Italia Dilettanti. Acri, continua a sognare!

FC Calcio Acri – S.C. Marsala 2  – 0 (and. 2-2)

ACRI: Di Iuri 6, Mancino 6.5, Luzzi 6.5, Perri 6.5, Sposato A. 6.5, Miceli 7 (Fanale 19′ st), Feraco 6.5, Siciliano 6.5 (1′ st Martorana 7), Visani 6, Levato 6.5, Rabihou 6 (13′ st Covello). In panchina: De Marco,  Cavatorti, Solidoro,  Gallo. All.:  M. Pascuzzo 6.5

MARSALA: De Miere 6.5, Blunda 6 (1′ st Genna 6), Maggio 6, Sorrentino 6.5, Davì 6.5, Di Giovanni 6, Licari 6, Lapis 6 (19′ st Valenti), Di Girolamo 6, Paladino 5.5, Lanzetta 5.5   In panchina: Lo Verde, All.: Abbenante 6.5

ARBITRO: Rainone di Nola (Assistenti: Pasquale Netti di Napoli e Giancarlo D’Arco di Salerno)

MARCATORI: 10′ st Miceli, 12′ st Martorana

NOTE: Splendida cornice di pubblico (1000 tifosi circa presenti). Acri e Marsala – tifoserie amiche – si scambiano cortesie nel doppio turno. Società siciliana che riceve una targa di benvenuto da quella acrese. Campo pesante e fangoso.

ACRI (CS) – Una partita per la storia dell’Acri e della sua comunità. I rossoneri avevano già messo un piede nei quarti di finale due settimane fa, nel turno di andata, col 2-2 a Marsala, e oggi hanno completato l’opera. Gara vivace e fisica, giocata su un campo al limite del praticabile, con un’Acri brava a e un Marsala (appagato già dal primo posto in classifica in campionato) che schiera in campo un 11 giovane e volitivo.

Il primo tempo vede primeggiare i rossoneri di Pascuzzo per numero di occasioni e calci d’angolo ma Rabihou (15′) sbaglia goffamente il rigore per passare in vantaggio centrando l’esterno del palo sinistro. L’attaccante rossonero prova a farsi perdonare pochi minuti più tardi ma la palla finisce sopra la traversa. Al 25′ ancora Rabihou a dribblare e a filtrare in area per Perri; il giovane portiere De Miere non si fa tradire dall’emozione e para deciso sul tiro ravvicinato del giovane acrese. De Miere si mette ancora in mostra al 39′ parando il tocco da semirovesciata del buon Rabihou. L’ Acri chiude in avanti il primo tempo con Levatoo ma il Marsala è vigile ed è ordinato al centrocampo.

E’ quindi la ripresa la chiave di volta della partita. Rabihou prova a sorprendere De Miere al 2′ ma è al 10′ che la difesa lillibetana cade: il nuovo entrato Martorana apre per Visani che spedisce su De Miere, dalla ribattuta non delude Alessandro Miceli. Due miuti più tardi raddoppio dei locali proprio con Martorana su assist di Luzzi. La restante parte di secondo tempo è quindi ordinaria amministrazione. Al 92′ Acri e Marsala si abbracciano a centrocampo e sotto gli spalti i rossoneri si godono la festa che il loro pubblico gli riserva.

Un piccolo passo verso il sogno Coppa Italia oggi, ma un grande passo per la storia calcistica del club. Lo sa bene il tecnico Mario Pascuzzo che a fine gara non risparmia elogi per i suoi, under e over, e per il suo pubblico: «Bello vedere un pubblico delle grandi occasioni, oggi presente nonostante  il freddo e la giornata feriale. Per questo nostro pubblico cercheremo di andare più avanti possibile. Faccio il miei complimenti ai ragazzi che oggi hanno raggiunto un nuovo risultato storico per la squadra e per il paese». Il plauso al pubblico congiunto arriva anche dal tecnico degli ospiti Abbenante: «Vedere quattro tifoserie unirsi e creare uno spettacolo del genere è stata una cosa bellissima che  ci fa dimenticare lo scempio visto nei giorni scorsi a Roma: speriamo che sia di esempio per altre realtà». Il tecnico dei lillibetani spiega poi la scelta di giocare con le giovani leve del Marsala: «La nostra priorità è il campionato e quindi oggi siamo scesi in campo con i giovani a cui abbiamo dato la possibilità di giocare questa gara cosi importante».

A fine gara i rossoneri, entrati nelle migliori 8  squadre della competizione nazionale, hanno anche avuto la certezza di dover affrontare nei quarti i pugliesi del Virtus Francavilla. Per il teammanager  F. Falco «per l’Acri sarà una grandissima sfida contro un forte avversario che non ha bisogno di presentazioni, senza dimenticare l’impegno di domenica contro il Guardavalle in campionato”. La qualificazione ai quarti “è un obiettivo importante centrato, un passo avanti compiuto verso la Coppa e altri traguardi storici (oggi un pò più vicini) forse nemmeno preventivati all’inizio della stagione» per il presidente Ferraro che non manca di  elogiare squadra, staff tecnico e tifosi.

Andreina Morrone

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com