Calcio

Crotone vs Cosenza, derby senza vincitori ne vinti

Crotone – Cosenza 3-3

CROTONE: Saro; Nedelcearu, Golemic, Sala; Calapai, Estevez (23’st Kone), Awua, Giannotti (1’st Kargbo); Borello (23’st Marras); Mulattieri, Maric. A disp. : Festa (GK), Mondonico, Nicoletti, Schirò, Mogos, Adekanye, Vulic, Cangiano, Schnegg. All. Modesto

COSENZA: Vigorito; Camporese, Rigione, Vaisanen; Situm, Kongolo (42’st Venturi), Palmiero, Ndoj (34’pt Carraro), Liotti (33’st Hristov); Laura, Caso (33’st Millico). A disp. : Matosevic (GK), Hristov, Pandolfi, Sy, Vallocchia, Gerbo, Bittante, Florenzi, Larrivey. All. Bisoli

ARBITRO: Massa di Imperia

MARCATORI: 31’pt Laura (Co), 47’pt Rigione (Co), 7’st, 11’st su rigore e 47’st Maric (Cr), 18’st Liotti (Co)

NOTE: Serata ventosa, terreno di gioco in buone condizioni. Presenti 3.704 spettatori incasso € 19.146,50, 737 tifosi del Cosenza nel settore ospiti. Ammoniti: Caso (Co), Camporese (Co), Vaisanen (Co), Liotti (Co), Awua (Cr), Situm (Co), Rigione (Co), Sala (Cr), Kargbo (Cr). Recupero: 2′ pt; 5′ st.

Termina in parità con un pirotecnico 3-3 il derby tra Crotone e Cosenza che oggi spegne 108 candeline. 

Modesto deve fare a meno dello squalificato Cuomo e propone Sala terzo difensore di sinistra mentre in avanti si affida a Borello dietro a Mulattieri e Maric. I lupi invece si presentano col 3-5-2 e in attacco Bisoli si affida a Laura e Caso.
La prima vera occasione è per gli squali all’11’ quando, su uno schema da corner calciato da Estevez, Vigorito compie un doppio ravvicinato miracolo su Borello prima e Maric dopo. Al 17’ è ancora Borello a calciare a botta sicura in area , questa volta fa muro la difesa ospite. La risposta dei bruzi arriva 2 minuti dopo con Kongolo che sugli sviluppi di una ripartenza arriva alla conclusione dal limite deviata in angolo. Alla mezz’ora è Laura a mettere i brividi a Saro con un tiro dal limite che sfiora il palo alla sua destra. L’attaccante ospite ci riprova pochi secondi dopo e questa volta porta in vantaggio il Cosenza partendo sul filo del fuorigioco su filtrante di Caso, supera Nedelcearu e Saro e deposita in rete. Ci si aspetta una reazione dei pitagorici ma invece al 47’ giunge il raddoppio dei cosentini con Rigione che, da due passi, su punizione invitante dalla destra, segna lo 0-2.

Da 0-2 a 3-3

Al rientro dagli spogliatoi Modesto manda in campo Kargbo e toglie Giannotti passando al 4-2-3-1. Gli effetti arrivano già dopo 7 minuti quando Maric, di testa, dimezza lo svantaggio sul corner dalla sinistra di Estevez. Passano 3 minuti e Borello conquista un rigore per fallo di mano di Camporese rilevato dal Var: sul dischetto si presenta Maric, Vigorito intuisce ma non ci arriva e il numero 99 di casa fa doppietta. Il Crotone sulle ali dell’entusiasmo prova a cercare la vittoria ma il Cosenza punisce gli squali con una ripartenza al 63’ che trova Liotti pronto al tapin vincente dopo la respinta di Saro sul tiro di Caso. Kargbo cerca subito di rimettere il risultato in parità ma il suo destro sorvola la traversa. Premono sull’acceleratore i padroni di casa ma Mulattieri, sul colpo di testa ravvicinato e ben indirizzato, trova un vero e proprio miracolo di Vigorito (87’). Pareggio che arriva al 92’ e porta ancora una volta la firma di Maric, autore di una tripletta, bravo a farsi trovare pronto all’appuntamento con la rete sotto porta sugli sviluppi di un angolo. I ragazzi di Modesto non si arrendono e all’ultimo minuto di recupero sfiorano anche il gol vittoria con un tiro-cross di Marras salvato quasi sulla linea. Sul corner successivo Golemic e compagni protestano per un rigore ma il Signor Massa e il Var non intervengono e finisce 3-3.

(Foto Fb: Cosenza Calcio) 
Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top