Approfondimenti e Interviste

Da quart’ultimi a quarti, continua la favola della Cittanovese. Ferraro: “vogliamo i playoff”

Alla Cittanovese ieri è’ bastato un rigore trasformato da Lombardo per sbancare Isola. Un risultato di misura che non rende però giustizia ad una gara su ogni pallone e giocate su ritmi elevati da entrambe le squadre. Ma al di là della gara di ieri, ingiusto sarebbe non sottolineare la spaventosa cavalcata di Carbone e compagni che dalla gara persa a Paola alla tredicesima giornata, hanno fatto una cavalcata straordinaria, con otto risultati utili consecutivi e 22 punti conquistati su 24 a disposizione. Un quarto posto in classifica che sa di rivalsa dopo un inizio di campionato stentato. Condottiero di questa squadra risorta come l’Araba fenice, l’esperto tecnico Ferraro. Francesco Ferraro

La gara di ieri è stata risolta solo da un calcio di rigore che però tradisce in realtà una gara combattuta ed equilibrata.

E’ stata una partita molto combattuta e un pò dai due volti. Abbiamo affrontato un buon avversario che nella prima parte ci ha messo in seria difficoltà e avrebbe meritato il vantaggio. Nella seconda frazione poi noi siamo cresciuti, abbiamo trovato l’episodio determinante e abbiamo cercato di contenere l’avversario. Partita per noi sofferta, in attacco abbiamo giocato con il solo Saffioti che ha fatto quello che ha potuto per 80′ minuti, per questo abbiamo all’inizio stentato a pungere. In definitiva si è trattato della classica partita che se fosse finita 0-0 non ci sarebbe stato nulla da dire. Averla vinta è comunque un buon segnale che testimonia che con lo spirito giusto si possono vincere partite anche se iniziano in salita e senza una qualità di gioco importante.

Impressionante il vostro rullino di marcia, siamo quasi ai livelli del Castrovillari. Dove avete trovate le motivazioni? e ci può essere in questi casi un rischio appagamento?

Da quando sono arrivato a Cittanova a fine ottobre abbiamo prima passato un mese e mezzo, tra mille difficoltà, a cercare di ricostruire gruppo e squadra. Lasciata la quart’ultima posizione a dicembre abbiamo quasi scommesso con giocatori e società in una nostra ripresa e ci stiamo riuscendo. Per noi non ci può essere appagamento perchè se non riusciamo alla fine ad ottenere i playoff di questa grande sequenza di risultati non se ne ricorderà nessuno o comunque sarebbe stata inutile. Abbiamo quindi il dovere dei provarci, considerato da dove siamo partiti, i playoff sarebbero un grande risultato sportivo.

Lei parla di parla di playoff ma a cinque punti dalla terza in classifica Scalea non si può forse sognare anche qualcosa in più?

Dobbiamo essere seri, questo campionato al 99% lo vincerà il Castrovillari. Scalea e Sersale hanno già un posto nei playoff. Quanto a noi staremo a giocarci i posti rimanenti con Sambiase, Paolana e Gallico Catona. La classifica è molto corta, per esempio dopo la vittoria di Scalea ho detto ai ragazzi che se ieri non avessimo fatto un risultato positivo e, se non riusciremo a farlo sabato contro il Sersale, si può di nuovo scendere al 7°-8° posto, soprattutto se chi ti sta vicino non sbaglia.

Francesco FerraroSabato match contro il Sersale vicecapolista. Si aspetta turnover da parte del tecnico Mancini visto il loro impegno mercoledi 17 negli ottavi diCoppa Dilettanti nazionale?

Alla luce della posizione occupata in classifica non credo che il Sersale vorrà scegliere fra la Coppa o finire alla grande il campionato. Credo anzi che, avendoci chiesto la disponibilità di anticipare la gara al sabato, verrà qui per giocarsi la partita. Si tratta sicuramente di un buon avversario per individualità e organizzazione, un avversario a cui in questo periodo gira tutto bene e che noi conosciamo avendolo gia incontrato in semifinale di Coppa.

La Cittanovese non potrà contare su Bruzzese, squalificato ieri. Conta invece di recuperare qualcuno per sabato?

Credo che quasi certamente Carbone sarà irrecuperabile. Dobbiamo verificare anche le condizioni di Saffioti dopo l’acciacco di ieri. Dovremo mettere in campo le giuste motivazioni di gruppo per sopperire a queste assenze.

Chi non sarà di certo assente per il big-match di sabato è il pubblico giallorosso, chiamato in massa allo stadio dalla società che per sabato ha indetto la “Giornata Giallorossa”, non saranno quindi validi gli abbonamenti.

Andreina Morrone

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com