Calcio

Delusione Rende, Trocini: «Abbiamo messo sotto il Lecce per buona parte del secondo tempo»

Trocini

RENDE (CS) – C’è tanta amarezza in questa domenica di fine gennaio per una sconfitta che il Rende sa di non meritare. Dopo un inizio di anno scoppiettante la squadra biancorossa perde con la prima della classe davanti al proprio pubblico. Al  Lecce è sufficiente la rete del difensore Cosenza nella ripresa. Ma il Rende ha cercato come ha potuto di strappare almeno un punto nel suo fortino.

Trocini «Abbiamo fatto veramnte bene»

«Il risultato finale mi amareggia. Penso che abbiamo fatto una partita bellissima e siamo stati in grado di metter sotto il Lecce per buona parte del secondo tempo. Giocare alla pari della prima in classifica ci riempie di orgoglio. Un gol preso su calcio piazzato però è nell’ordine delle cose quando si gioca con una squadra cosi forte che può far gol in ogni momento», ha commentato il tecnico del Rende Bruno Trocini in sala stampa. E a chi gli chiede se il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio, Trocini risponde chiaramente: «Si penso che sicuramente per la prestazione fatta avremmo meritato il risultato. Mettere sotto una squadra forte e cinica come il Lecce ci da grande fiducia e ci fa capire che siamo cresciuti molto. Oggi non c’è da guardare il risultato. I ragazzivanno elogiati perchè hanno fatto una prestazione maiuscola». «Sconfitta simil Catania? Con il Catania fu diverso, facemmo una buona partita ma con tre gol presi non puoi recriminare …Oggi abbiamo fatto veramente bene». 

Soddisfatto Liverani

Naturalmente soddisfatto per i tre punti conquistati il tenico del Lecce Fabio Liverani anche se «la mia squadra non è abituata a fare queste partite, sapevamo che il Rende è molto brava a giocare le palle dritte con gli attaccanti che si muovono molto e ad attaccano le seconde palle» ha dichiarato il tecnico dei pugliesi Liverani che poi lancia una stoccata velenosa al terreno del Lorenzon: «Campo quasi impraticabile per giocare a calcio e questo è il dispiacere più grande. Io credo che per giocare una partita ci devono essere degli ingredienti principali, uno è il campo da gioco che dev’essere di livello e obiettivmente,e nessuno può dire il contratio, questo non è un campo dove si può giocare tecnicamente». Poi su alcuni momenti di difficoltà dei suoi Liverani minimizza: «Abbiamo avuto due grandi palle gol con Di Piazza e non abbiamo concesso nulla di clamoroso a loro. Come occasioni nitide abbiamo creato quello che si poteva creare qui. La mia squadra è stata brava a rimanere, compatta sempre in parita e concedendo poco». 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top