Calcio

Il Crotone fa il pieno. Bari schiacciato allo Scida.

20150922_213500È un Crotone da dieci quello che ieri sera ha battuto per 4 a 1 il Bari di Davide Nicola. Nulla da rimproverare alla squadra di casa che finalmente è riuscita a far fruttare il suo schema di gioco (3-4-3) con qualche piccola modifica: all’attacco Tounkara che gioca da esterno destro, con Budimir centrale e Stoian a sinistra. Nicola schiera, invece, un insolito 4-3-1-2 che non ha pagato. Con questa vittoria, il Crotone si porta a 7 punti, classificandosi al quarto posto a pari punti con lo Spezia Calcio.

Al fischio batte il Bari, ma il Crotone passa subito in avanti. Dopo 86 secondi i galletti sono già sotto di un gol: Stoian crossa da sinistra e Tounkara in spaccata mette alle spalle di Guarna, primo gol dell’attaccante in Serie B. 1 a 0 e per i padroni di casa. Dopo 3 minuti i biancorossi hanno la possibilità di annullare il vantaggio con Rosina che prova di sinistro con parata di Cordaz. Niente da fare per la formazione ospite che non riesce a ostacolare il gioco dirompente dei rossoblù: al 7’, infatti, provano ad allungare le distanze con Capezzi che colpisce il palo su deviazione del portiere Guarna. Il gol è solo rimandato. Il Bari prova a infastidire la difesa rossoblù con Puscas che, però, viene murato. Il Crotone tiene ancora il pallino del gioco e raddoppia al 21’ con un gran gol di Stoian che, servito da Modesto, fa partire un destro da fuori area imparabile per Guarna. Il Bari cerca di reagire e riesce a segnare con Sansone al 26’. Il primo tempo si chiude con un minuto di recupero e con il Crotone in vantaggio per 2-1.

La seconda frazione di gioco si apre con la sostituzione di Stoian che lascia il posto a Barberis. Il Bari prende subito palla e ci prova con un destro di Puscas, ma Cordaz manda in corner. Il Crotone non ci sta e si impadronisce di nuovo del campo: al 58’ Budimir procura un calcio di rigore dopo aver subito un fallo da ultimo uomo da parte di Contini, rosso per lui. Sul dischetto va Salzano che, con un’esecuzione perfetta, trasforma il rigore: 3 a 1 e palla al centro. Dopo mezzora è ancora Crotone: Martella, entrato al posto di Modesto, serve Budimir che con un sinistro fredda Guarna: al 76’ anche la terza punta rossoblù va a segno e i padroni di casa si portano sul 4 a 1. I pitagorici non sembrano accontentarsi e ci provano ancora prima con un destro di Martella che Guarna para, e poi con una traversa di Torromino, entrato al posto di Tounkara. Dopo 3 minuti di recupero, l’arbitro Maresca fischia la fine del match. Il Crotone fa un poker di gol: finisce 4 a 1 contro il Bari.

Mentre gli squali festeggiano la vittoria sotto la curva Sud con i loro tifosi, i sostenitori dei galletti lanciano fumogeni nella curva Nord dello Scida. I disordini erano già stati previsti dalle Forze dell’Ordine che, con ordinanza del Prefetto, hanno disposto la chiusura degli esercizi commerciali nel raggio di 500 m dallo stadio. Una partita a rischio, dunque, e una vittoria che ha infiammato ancora di più gli animi. Una vittoria meritata per un Crotone che ha dimostrato di essere il padrone del campo, impostando il ritmo di gioco. Al contrario, il Bari non è sembrato in grado di rispondere all’offensiva crotonese e, quando l’ha fatto, ha trovato sempre il muro sbarrato dall’ottima difesa dei rossoblù.

Ancora una volta, l’unica sconfitta è stata quella subita dai cittadini tutti che hanno dovuto assistere alla chiusura di intere vie della città ed esercizi commerciali perché in gioco c’era la loro vita. Il calcio non è e non può essere questo!

CROTONE – BARI: 4 – 1

CROTONE (3-4-3): Cordaz; Yao, Claiton, Ferrari; Zampano, Capezzi, Salzano, Mosdesto (68′ Martella); Tounkara (78′ Torromino), Budimir, Stoian (46′ Barberis). A disp: Festa, Cremonesi, Galli, Paro, Firenze, De Giorgio. All. Juric

BARI (4-3-1-2): Guarna; Sabelli, Tonucci, Contini, Del Grosso (63′ Rada);Romizi, Porcari, Gemiti; Rosina (72′ De Luca), Puscas (57′ Maniero), Sansone. A disp: Micai, Donati, Donkor, Boateng, Defendi, De Luca, Valiani. All. Nicola
Marcatori: 2′ Tounkara (C), 21′ Stoian (C), 26′ Sansone (B), 60′ Salzano su rigore (C), 75′ Budimir (C)
Ammoniti: Romizi (B), Modesto (C), Salzano (C), Porcari (B), Tounkara (C)

Espulso: 59′ Contini per fallo da ultimo uomo
Arbitro: Maresca di Napoli
Angoli: 5-1
Spettatori: 5261

di Patrizia Palermo

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top