Calcio

Rende ancora a bottino vuoto, Perrelli: «Stiamo pagando gli episodi». Tristezza Franco: «Senza parole»

RENDE (CS) – L’incredibile epilogo di Rende – Juve Stabia non può che lasciare l’amaro in bocca alla squadra calabrese. La quinta sconfitta consecutiva è eccessiva in virtù della buona prova dei biancorossi, soprattutto nel primo tempo. La squadra di Modesto resta a quota 31 punti e tra sette giorni sarà di scena a Potenza, per non fallire piu.

Perrelli in sala stampa

In conferenza stampa post-gara Maurizio Perrelli, vice di Modesto squalificato, parte però dalla prova degli avversari. «La Juve Stabia è una squadra di scuro forte di testa, del resto la classifica glielo permette. Ha sfruttato bene quello che gli è capitato e noi siamo stati ingenui sia nella situazione del gol che in altre dove abbiamo creato e non sviluppato al meglio». Poi si lascia andare e sfoga il grande rammarico della sua squadra. «Non nascondiamo che è proprio una brutta botta perdere dopo un’altra prestazione positiva – dichiara -, ma evidentemente abbiamo il difetto di concedere troppo sugli episodi». Già gli episodi, talvolta fatali, come il fallo di Blaze al 9’ e il conseguente calcio di rigore decisivo per gli ospiti. Il Rende visto stasera non deve però rimproverarsi altro che riguardi la prestazione. Anche stavolta ha giocato a testa alta, dimostrando di poter tener testa alla capolista. «Noi ce la giochiamo con tutti».

Squadra in ripresa

«Continuiamo a lavorare. Non può andare sempre male. Il nostro campionato è però un campionato diverso, stiamo facendo crescere tanti giovani ed è chiaro che dal giovane ti puoi aspettare gli errori di inesperienza. Inoltre stiamo pagando gli episodi. Dispiace per i tifosi che sono rimasti fuori, i nostri ragazzi hanno bisogno del tifo». Da cosa ripartire? «Abbiamo avuto una leggera flessione a fine anno ma le ultime due prestazioni, Catania e Juve Stabia, dimostrano che la squadra è in ripresa».

Capitan Franco: «Ripartire dalla prestazione»

«Sono senza parole. Abbiamo giocato solo noi ma siamo qui a commentare un’altra sconfitta immeritata. Purtroppo il calcio è anche questo». Parole e pensieri di capitan Domenico Franco. «I giocatori della Juve Stabia, che sono a +9 dalla seconda in classifica, ci hanno rincorso per tutto il tempo – prosegue Franco -. Ma noi continueremo a giocare a calcio come sappiamo. E’ il nostro credo e lo porteremo sempre avanti da qui fino alla fine del campionato. Noi non facciamo palla lunga e pedalare. Cerchiamo lavorando di sopperire a qualcosa che evidentemente ci manca». Infine: «Da una ventina di giorni siamo tornati quelli che eravamo a nella prima parte di campionato. Ripartiamo ancora una volta dalla prestazione, siamo un gruppo unito e sono sicuro che insieme all’allenatore ne usciremo. Non voglio trovare alibi ma credo davvero che si tratti solo di sfortuna, a volte è questione di censimenti». 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top