Calcio

Olympic Acri e Silana pronte per la semifinale playoff

COSENZA – Una semifinale playoff entusiasmante aspetta Olympic Acri e Silana che domenica prossima si affronteranno per decidere chi sarà la finalista che affiancherà l’Amantea. Una stagione ricca di alti e bassi per entrambe le squadre che, ironia della sorte, si sono ritrovate entrambe a cambiare i propri allenatori a campionato in corsa. I risultati hanno dato ragione alle due dirigenze che ora si godono lo spettacolo playoff con la speranza di accedere nel massimo campionato dilettantistico regionale, ovvero l’Eccellenza.

QUI OLYMPIC ACRI – L’Olympic Acri arriva a questo match in ottima forma con tre vittorie consecutive senza subire reti ma con la pesante assenza di Umile Luzzi per squalifica. Soddisfatta tutta la dirigenza della squadra acrese per l’arrivo ai playoff che aveva puntato molto in questo campionato fin da quest’estate, in particolar modo il presidente Santo Falcone: «Raccogliamo i frutti di un’annata splendida per una matricola. Ora puntiamo diritto all’Eccellenza, rispettando le nostre avversarie ovviamente, a partire dalla Silana e poi l’Amantea. Siamo una società giovane e molto ambiziosa che punta all’Eccellenza in tutti i modi: se non dovessimo riuscirci in campo proveremo a fare domanda di ripescaggio. Certo, noi puntiamo a riuscirci in campo. Vorrei ricordare come noi abbiamo soltanto cinque giocatori non acresi, con tutto il resto della rosa proveniente da Acri, compresi gli under. Per domenica – conclude Falcone – ci tengo a fare un appello a tutti gli sportivi acresi: riempiamo lo stadio».

QUI SILANA – La Silana arriva a questo match con entusiasmo ma anche con enorme fiducia nei propri mezzi. La squadra di mister Perrelli, che sarà orfana dello squalificato Antonello Esposito, prima della sconfitta nell’ultimo turno di campionato, a giochi già fatti, era riuscita a vincere proprio in casa dell’Olympic Acri (rifilando una cinquina agli avversari di domenica) e in casa dell’Amantea. Perrelli è soddisfatto di essere arrivato fin qui: «Quando arrivi a giocarti una semifinale playoff dopo un intero campionato vuol dire che è stata una buona stagione, quindi ci arrivi con un ottimo umore. Mi auguro di offrire, insieme all’Olympic, un ottimo spettacolo». Il tecnico traccia un bilancio di quello che è stato il suo percorso: «Sono contento di aver potuto lavorare in un ambiente ideale, dove ci sono ancora grandi margini di crescita, ma anche di aver potuto gestire un grande gruppo (grazie al prezioso aiuto dell’amico Giovanni Bitonti) soprattutto dal punto di vista umano e vedere la crescita dei ragazzi». L’Olympic ha il vantaggio di giocare in casa ma ecco come il tecnico sta caricando la squadra: «Ai miei ragazzi sto dicendo che in tanti vorrebbero essere al nostro posto a disputare una partita così importante. Questi sono match in cui non conta dove la giochi ma solo provare a vincere».

A dirigere l’incontro sarà Enrico Gigliotti di Cosenza, coadiuvato dagli assistenti Mario Maragò e Mirko Bartoluccio di Vibo Valentia. In caso di parità ad accedere alla finale sarà l’Olympic Acri per il miglior posizionamento in classifica.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com