Calcio

SERIE B / Derby calabrese, Crotone beffato al 90′

È andato in scena allo stadio Ezio Scida l’attesissimo e delicatissimo derby calabrese tra Crotone e Reggina, valevole per la 38esima giornata del campionato di Serie B. 

Crotone – Reggina  2 – 2

Marcatori: 22′ F. Gerardi su rig. (R), 33′  e 58′ D. Gabionetta su rig. (C), 90′ Del Prete, autogol  (R)

CROTONE: Concetti, Del Prete, Abbruzzese, Ligi, Mazzotta (84 Migliore), Maiello, Eramo, Galardo (73 Matute), De Giorgio (64 Crisetig), Gabionetta , Ciano. Panchina: Caglioni, Torromino, Vinetot,Pettinari  Allenatore  :Drago

REGGINA: Baiocco, D’Alessandro( 59  Fischnaller),  Bergamelli , Freddi, Colucci (88  Bombagi), Rizzato, Hetamaj, Barillà, Adejo,  Gerardi, Campagnacci. Panchina: Porcino, Ely, Faccin, Louzada. Allenatore : Pillon

Ammoniti Crotone : Ciano, Galardo, Maiello. 

Ammoniti Reggina : Adejo, Barillà, Hetemai.

Angoli Crotone 7 Reggina 6

Giornata soleggiata con leggero vento; Spettatori paganti 4715

 

LA PARTITA – Il Crotone scende in campo con un 4-3-3 e con il trio d’attacco composto da Ciano, De Giorgio e Gabionetta, pienamente recuperato. La Reggina invece schiera in campo il 4-4-2 con la coppia offensiva formata da  Campagnacci e Gerardi poiché Pillon deve fare a meno della coppia d’attacco titolare Di Michele – Comi, entrambi squalificati. Sarno, Di Bari e Antonazzo sono rimasti a Reggio. Dopo quindici minuti di gioco nessuna occasione da gol ma al 20’ del primo tempo fallo di mano di Galardo in area di rigore: l’arbitro ammonisce il giocatore e concede il tiro dal dischetto per la Reggina che passa in vantaggio grazie a Gerardi che realizza il calcio di rigore con un tiro di destro indirizzato nell’angolino basso a sinistra; Concetti intuisce la traiettoria ma non riesce a parare la conclusione. Il Crotone non demorde e reagisce subito colpendo un palo con una potente conclusione di sinistro di Ciano da fuori area. La squadra di casa continua ad attaccare e al 32’ del primo tempo l’arbitro ravvisa un dubbio fallo di mano in area di rigore di  Adejo , ammonisce il difensore amaranto e concede la massima punizione. Gabionetta , al decimo gol stagionale, trasforma il calcio di rigore con una conclusione rasoterra di sinistro che spiazza il portiere Baiocco ed entra in rete.

Nella ripresa il Crotone, che aveva chiuso in avanti il primo tempo, scende in campo più motivato della Reggina e al sesto calcio d’angolo per i padroni di casa ecco segnalato un fallo di mano di Hetemaj in area di rigore: l’arbitro non ha dubbi e concede il calcio di rigore (ammonito Barillà per proteste con il direttore di gara). Gabionetta realizza il calcio di rigore  firmando la doppietta e l’undicesimo gol in campionato che porta in vantaggio il Crotone. Baiocco intuisce la traiettoria ma non riesce a impedire la rete. A questo punto Pillon inserisce l’attaccante Fischnaller al posto di D’Alessandro per dare maggiore concretezza in attacco mentre Drago toglie il centrocampista offensivo De Giorgio e butta nella mischia Crisetig. Al 73’ cambio per entrambe le squadre: per i padroni di casa esce Galardo ed entra Matute, mentre  nella Reggina Armellino prende il posto di Hetemaj. La Reggina spinge e al 78’ guadagna un corner: pallone che si impenna in area di rigore e uscita del portiere Concetti disturbata fallosamente da Adejo. All’84’ ultimo cambio per il Crotone con Migliore che entra al posto di Mazzotta. Durante gli ultimi minuti della partita c’è da registrare una conclusione di Rizzato dalla sinistra dell’area di rigore: il tiro termina sull’esterno della rete. Pillon decide , a questo punto, di far entrare nel campo da gioco il giovane Bombagi al posto di Colucci e nell’ultimo dei 4 minuti di recupero della partita, la Reggina riesce a pareggiare su calcio d’angolo all’ultimo respiro. Cross in area di rigore e sfortunata deviazione di Del Prete che sorprende il portiere Concetti e regala il pareggio ormai insperato agli avversari.

La Reggina agguanta il pareggio all’ultimo secondo fissando così il risultato finale sul 2 a 2. Padroni di casa disperati per i tre punti amaramente sfumati. Il Crotone a questo punto sale a 47 punti restando in una zona apparentemente  tranquilla della classifica , mentre la Reggina sale a 41 punti, indugiando ancora in piena zona play-out.

Onofrio D’Amico

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top